The Italian Dream torna nell’ottagono più famoso al mondo. Messo all’angolo per mesi, con lo spettro del doping, Marvin Vettori ha ricevuto una assoluzione piena da parte di USADA e può finalmente tornare a combattere.

Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per capire meglio la sua condizione fisica e mentale e come intende andare avanti in UFC.

Marvin, finalmente è finito l’incubo USADA e puoi tornare a combattere. Come stai?

Hai detto bene, è finito un incubo. È stato un anno molto complesso in cui però non ho mai smesso di migliorarmi sotto tutti gli aspetti, anche quello mentale e ne sono uscito un altro fighter. Non vedo l’ora di dimostrare tutti i miglioramenti che ho fatto. Sono veramente carico!

Molti tuoi hater sui social continuano ad accusarti di doping. Cosa rispondi ai tuoi detrattori?

Gli hater ci saranno sempre. Prima mi attaccavano su altre cose ed ora si aggrappano a questo per colpirmi. Non ci faccio troppo caso e continuo ad andare avanti sereno.

Parliamo invece della tua condizione atletica: come ti senti? Su quali aspetti hai lavorato in questi mesi di stop?

Sto benissimo, non sono mai stato meglio e non vedo l’ora di tornare. Non affretterò nulla fino al mio prossimo incontro di luglio, ma già oggi sarei in grado di combattere.

Psicologicamente, invece, come stai? Lo stop ti ha demoralizzato o ti senti carico come prima?

Psicologicamente mi sento molto più forte di prima. Accettare un’ingiustizia di questo genere e accettarne le conseguenze, con la gente che parla a vanvera non è facile, però ti rende veramente forte. Sono un altro fighter oggi, anche mentalmente, e lo dimostrerò a tutti.

Cosa ne pensi della vittoria di Adesanya contro Gastelum?

Penso che Gastelum abbia cominciato il match molto bene, poteva anche vincere secondo me. Però nel quinto round, dopo quello scramble di lotta, ne è uscito meglio Adesanya. Se non fosse stato per il quinto round il match era veramente combattuto da entrambe le parti e si sarebbe potuto concludere in favore di uno o dell’altro fighter.

Tu sei stato il fighter con cui Adesanya ha faticato di più. Chiederai un rematch ora che sei tornato?

Sicuramente lo affronterò in futuro e pareggeremo i conti. Anzi, non dovrei dire pareggeremo perché a mio avviso ho vinto il match contro di lui. Se in futuro continuerà ad avere il titolo andrò a prendermelo, anche se penso che Whittaker batterà Adesanya. Le nostre strade si incroceranno di nuovo in futuro.

Con chi vorresti confrontarti nell’ottagono, a parte Adesanya? Hai qualche nome in mente?

Tutti i top five per me vanno bene. Devo tirarli giù tutti, non ho un nome specifico in mente. Sono ripartito e non voglio prendere scorciatoie, qualsiasi top fighter va bene.

Il tuo prossimo match sarà il 13 luglio a Sacramento contro un avversario molto pericoloso. Che ne pensi?

Sarà un bel match, me la vedrò contro Cesar Ferreira Mutante. Un rientro col botto in cui sono pronto a dare tutto per tornare a vincere.