Sempre affascinante la maratona, ancora di più in casa Italia, visto che da sempre siamo competitivi sulla distanza di 42km e 195metri. A Zurigo, Europei 2014, su un percorso decisamente difficile, con una salita tosta a metà percorso, la gara delle donne non ha deluso le aspettative. Domani mattina gli uomini, nella giornata conclusiva della manifestazione.

Ritmi alti fin dall’inizio, sfida emozionante con cinque atlete quasi subito a farla da padrone: Valeria Straneo (Italia), Christelle Daunay (Francia), Jessica Augusto (Portogallo), Elvan Abeylegesse (Turchia, origine etiopiche), e Lisa Nemec (Croazia), le più forti del lotto. Vanno in fuga e dopo il 30° km restano in due, Daunay e Straneo. L’azzurra sceglie una gara d’attacco, come un anno fa durante l’appuntamento iridato. La francese tiene in salita e poi allunga al 39°km, andando a vincere con un gran tempo, 2h25’14”, record dei campionati; per l’azzurra, piemontese di Alessandria, c’è una grande medaglia d’argento, conferma dello stesso alloro dopo i Mondiali di Mosca 2013; staordinaria prova di squadra per le azzurre, con questi altri piazzamenti: 6a Incerti, 12a Ejjafini, 14a Quaglia, 16a Toniolo. Azzurre prime nella classifica per Nazioni.

Seconda medaglia per l’Italia dopo l‘oro di Libania Grenot sui 400m piani, in pista. E sempre dalle donne…

Qui il risultato completo della maratona donne.

Il programma degli Europei

I numeri

Il saluto di Roma alla Nazionale italiana

Tutti i risultati della giornata odierna

Il resoconto della prima giornata