La notizia, diffusa dal quotidiano portoghese O Jogo, che Zlatan Ibrahimovic avesse ricoperto di contumelie gratuite due colleghi del calibro di Cristiano Ronaldo e Messi  ci era parsa subito sospetta. D’accordo, lo svedese ha un carattere a dir poco singolare e non è nuovo a sfoghi improvvisi di questo genere, ma sinceramente il virgolettato sembrava davvero qualcosa di inaccettabile. Sostanzialmente, Ibra avrebbe dato a Cristiano Ronaldo dell’eterno secondo (in effetti…), costretto ad ammirare gli altri (Messi) vincere il Pallone d’Oro. Ma il carico a coppe lo avrebbe dedicato proprio alla Pulga:

Continua a vincere Palloni d’Oro, ma non riesce a prendere del cioccolato da una macchinetta senza prima salire su una scala

Un po’ troppo anche per Zlatan, suvvia. E infatti, tramite Yann Guerin, capo ufficio stampa del PSG, lo svedese ha informato il giornale catalano El Mundo Deportivo della non veridicità di quelle dichiarazioni. Anche perché, come sottolineato dallo stesso Guerin, al Pallone d’Oro Ibra ha votato proprio per Messi, insieme a Xavi e Pirlo.