Nella giornata di ieri, alla vigilia della sfida con la Fiorentina in campionato nel turno infrasettimanale, un ospite d’eccezione circolava per i corridoi di Vinovo calpestando i campetti d’allenamento del centro sportivo juventino: Zinedine Zidane. Un ritorno gradito a Torino quello del campionissimo della Juventus che fu (come del Real Madrid e della nazionale francese trionfatrice del Mondiale ’98 e degli Europei del 2000), attualmente calato nel ruolo di dirigente sportivo del Real alla corte di Florentino Perez, il quale non è naturalmente giunto in veste di “spia” in funzione dell’imminente doppio scontro con i Galacticos nella semifinale di Champions League ma per seguire un corso dedicato agli ex grandi calciatori che stanno per intraprendere la carriera di allenatore.

Si tratta più nello specifico di una tappa prevista allo Juventus Center per il master organizzato dalla Fédération Française de Football grazie al quale molti tecnici in divenire, tra i quali tante stelle del calcio del recente passato come Zizou, seguiranno un programma di formazione tecnico-teorica. Dopo una prima lezione tenuta dal responsabile del Training Check Roberto Sassi, l’amministratore delegato Giuseppe Marotta ha incontrato Zidane e i suoi illustri colleghi Claude Makelele, Willi Sagnol, Bernard Diomede e Eric Roy. Tra gli insegnanti, insieme a Guy Lacombe e Frank Thiviller, figurava un’altra vecchia conoscenza in casa bianconera come Christian Damiano, che in qualità di allenatore in seconda di Ranieri è stato alla Juventus per due stagioni tra il 2007 e il 2009.