Parla Walter Zenga. L’ex allenatore della Sampdoria si sbilancia sul futuro della panchina della nazionale azzurra ed indica quale sarà, secondo lui, il successore di Antonio Conte.

“Non ho né titoli, né meriti per allenare la Nazionale italiana. Posso però dire chi, per me, sarà il nuovo ct. Gianni De Biasi. Ha fatto un grande lavoro con l’Albania ed ha le carte in regola per arrivare agli Azzurri”, le parole dell”Uomo Ragno’ in una intervista rilasciata a Il Processo di Radio Sportiva, proprio nel giorno del suo compleanno.

Roberto Mancini ha dichiarato che la Nazionale italiana non sarebbe rifiutata da nessuno. Sono perfettamente d’accordo con lui. E’ un traguardo fantastico per ogni allenatore”.

Come trascorre le giornate Zenga? “Sono stato in Turchia ed in Italia, ultimamente ho visto Inter-Napoli, ho incontrato i miei figli. Il mio futuro? Non ho visto dirigenti di società”.

E quando gli si parla dell’opzione Torino…”Lì c’è un progetto e poi non vorrei diventare nemico di Ventura, che magari sente e si arrabbia”.

Infina, il bilancio della sua avventura sulla panchina della Sampdoria. una stagione iniziata in chiaroscuro (eliminazione ai preliminari di Europa League, poi un buon impatto in campionato), ma terminato con un licenziamento giudicato frettoloso.

“Frettoloso, sì. Lo ha ammesso anche Ferrero. Avrebbe dovuto avere più pazienza. Quando sono stato esonerato la squadra non era in zona retrocessione, ma il calcio è fatto di accadimenti stranissimi”.