E’ Walter Zenga il primo nome sulla lista di Erick Thohir per sostituire, nel caso la situazione precipitasse, Walter Mazzarri sulla panchina dell’Inter. Checché ne dica la contabilità del tecnico toscano a proposito del numero di corner e di legni, la squadra nerazzurra sta attraversando un periodo di involuzione profonda che un altro passo falso, magari proprio a Napoli contro il ben poco amato ex Benitez, trasformerebbe immediatamente in crisi nera. E Thohir, che pure non è descritto come un presidente mangia-allenatori, non ha alcuna intenzione di lasciare che la sua Inter finisca in una deriva allegriana come il Milan dello scorso anno, con un tecnico ormai sfiduciato alla guida di una nave ormai senza timone.

Zenga, da parte sua, solo qualche giorno fa ha ribadito ciò che va ripetendo da anni: che il suo sogno di allenare l’Inter non è mai svanito. Il suo pedigree nerazzurro è indiscutibile e la sua carriera di allenatore, benché non sia mai del tutto decollata, è ormai lunga una dozzina di anni, con buoni successi nell’Europa orientale e un paio di comparsate anche in Serie A, con Palermo e Catania. Non si tratterebbe, insomma, di un salto nel vuoto. E di sicuro si tratterebbe di una pista più percorribile di quella che porta a Roberto Mancini; in questo gioco di ex, infatti, è rispuntato il nome del tecnico che per primo riportò al successo l’Inter nel post-Calciopoli: il guaio è che il Mancio ha un cachet da 4-5 milioni netti a stagione e probabilmente preferisce aspettare che si liberi qualche panchina più ricca, sia di denari che di campioni (vedi Parigi).

Dunque, se cade Mazzarri – che, ricordiamolo, deve ancora prendere circa 10 milioni lordi fino al 2016 – Zenga sembra il candidato più autorevole per traghettare la squadra fino a giugno. Difficile pensare a un rapporto più lungo, in verità: a un anno dal suo insediamento, il management di Thohir vorrà finalmente decidere la sua guida tecnica. Che non sarà Mazzarri, scelto dalla precedente gestione e sopportato a fatica fino a questo momento; e difficilmente potrà essere il suo immediato successore. A meno che, ovviamente, i risultati di questa stagione non siano così positivi dal convincere definitivamente Thohir. Conoscendolo, Zenga non vedrà l’ora di mettersi alla prova.

photo credit: .Giacomo via photopin cc