Yulia Balykina è morta. Il corpo dell’atleta russa è stato ritrovato in un bosco dei dintorni di Minsk avvolto in un cellophane. Gli investigatori sospettano del suo ex fidanzato, Dimitri, tuttora agli arresti.

Con la tragica scomparsa della Balykina, 30 anni, salgono a 16 (12 uomini e 4 donne) gli atleti che hanno partecipato alle Olimpiadi di Londra 2012 e che in questi tre anni sono morti.

Incredibile, se si pensa alla giovane età degli scomparsi, compresa tra i 20 ed i 40 anni.

Oltre a Yulia Balykina, in questi anni sono morti Keitani Graham, lottatore greco-romano della Micronesia, morto a 32 anni per un infarto.

Burry Stander, investito da un taxi a 28 anni. Era un ciclista sudafricano di mountain bike. Al momento dell’incidente si stava allenando.

Andrew Simpson
, medaglia di bronzo a Londra nella Vela, categoria Star, è morto annegato: mentre si stava allenando la sua imbarcazione si è capovolta.

Yelena Ivashchenko, judoka russa, morta suicida a 28 anni, così come il pugile australiano Billy Ward, 20 anni.

Abdelrahman El-Trabily, 24enne lottatore egiziano di greco-romana, è stato assassinato mentre stava prendendo parte ad una manifestazione in favore dell’ex presidnete dell’Egitto, Mohamad Morsi.

Jakkrit Panichpatikum, tiratore della Thailandia, morto assassinato a 40 anni da un killer assoldato dalla suocera.

Christian López, 29 anni, della Guatemala. E’ morto per una polmonite. Era un sollevatore di pesi nella categoria +105 kg.

Elena Baltacha. Tennista britannica di 31 anni, è morta per un tumore al fegato, pochi mesi dopo il matrimonio con il suo allenatore.

Besik Kudukhov, georgiano, anch’egli lottatore di greco-romana.E’ morto in un incidente stradale a 27 anni.

Alexis Vastine, pugile francese, e Camille Muffat, nuotatrice, sono state tra le vittime di uno scontro fra due elicotteri in Argentina, a bordo dei quali si trovavano i partecipanti del reality ‘Dropped’. Avevano 28 e 26 anni.

Daundre Barnaby, marciatore canadese di origini jamaicane, è morto annegato, così come Trevor Moore, velista americano, 40 anni.

Laurent Vidal, morto nel sonno per un attacco cardiaco a 31 anni.