Parte la stagione dei Tornei Masters 1000, i più prestigiosi dell’anno (con 1000 punti ATP in palio) dopo gli Slam. Si comincia dal deserto californiano con Indian Wells. Il più vincente della categoria è Rafa Nadal: lo spagnolo ha messo in bacheca ben 27 trofei Masters 1000, precedendo nella speciale classifica sia Roger Federer (23) che Novak Djokovic (20). Il serbo numero uno del mondo è stato il dominatore della stagione 2014 con 4 titoli: gli altri vincitori sono stati Federer (2), Nadal (1), Wawrinka (1) e Tsonga (1). Tra le donne da segnalare che la numero uno del seeding è Serena Williams torna ad Indian Wells dopo 14 anni, dopo il ‘fattaccio’ avvenuto in semifinale quando il papà ‘fermò’ di fatto Venus per lanciare Serena (che poi vinse il torneo) tra i fischi pesanti del pubblico. In campo tutte le più forti del ranking mondiale ad eccezione della ceca Petra Kvitova.

CALIFORNIA

L’appuntamento californiano inaugura dunque il periodo più hot dell’anno per il tennis di vertice, che dal deserto dell’ovest degli Stati Uniti passerà al caldo umido della Florida con Miami, prima di trasferirsi sulla terra rossa europea e salutare la primavera. Dopo il cemento a stelle e strisce, infatti, il circo dell’Atp volerà in Europa: Monte-Carlo e Madrid saranno i primi due appuntamenti, mentre il Foro Italico con gli Internazionali BNL d’Italia fornirà indicazioni attendibili su chi sarà protagonista al Roland Garros (Roma e Parigi hanno avuto la stessa finale, Djokovic-Nadal, anche se con vincitori diversi).

VINCI OK

Roberta Vinci si è qualificata per il secondo turno del “BNP Paribas Open”, torneo Wta Premier Mandatory con un montepremi di 5.381.235 dollari in corso sui campi in cemento di Indian Wells, in California. La tarantina, numero 40 Wta, ha battuto in rimonta per 4-6, 6-1, 6-2, in un’ora e 32 minuti di partita, l’australiana Jarmila Gajdosova, numero 48 Wta: prossima avversaria per la pugliese la tedesca Sabine Lisicki, numero 30 Wta e 24esima testa di serie (finalista a Wimbledon 2013), che ha vinto l’unico precedente confronto diretto.

SCHIAVONE E KNAPP KO

E’ andata male, invece, sia a Francesca Schiavone che a Karin Knapp. La Schiavone, numero 70 Wta, ha ceduto per 0-6, 6-3, 6-3, in un’ora e tre quarti di gioco, alla cinese Lin Zhu, numero 119 Wta, passata attraverso le qualificazioni. La Knapp, numero 56 Wta, è invece stata sconfitta per 6-1, 7-5, in un’ora e 18 minuti di gioco, dalla belga Yanina Wickmayer, numero 93 Wta: l’altoatesina nel secondo parziale è stata per due volte avanti di un break (2-1 e servizio, 4-3 e servizio).

ALTRE ITALIANE

In tabellone ci sono altre tre italiane. Sara Errani, numero 12 Wta ed 11esima testa di serie (“bye” all’esordio), entrerà in gara direttamente al secondo turno proprio contro la cinese Lin Zhu, mentre Flavia Pennetta, campionessa in carica, numero 16 Wta e 15esima testa di serie (“bye” a primo turni), esordirà contro la statunitense Madison Brengle, numero 46 Wta. Debutto direttamente al secondo turno anche per Camila Giorgi, numero 33 Wta e 29esima testa di serie, che giocherà contro la britannica Heather Watson, numero 43 Wta (la marchigiana si è aggiudicata l’unico precedente).