Comincia Wimbledon, il torneo per eccellenza della stagione tennistica. Proviamo a capire come arrivare al centrale.

LAVORI RECENTI

19 i campi (quelli in erba possono essere usati fra maggio e settembre), oltre a quelli di allenamento. Il Centre Court, che ospita solitamente le finali, dopo la ristrutturazione del 2009 vanta una capienza di 15.000 posti. Completamento dei lavori festeggiato con un’esibizione di doppio misto tra la coppia Andrea Agassi-Steffi Graaf contro Tim Henman e Kim Clijsters. In aggiunta, un tetto mobile capace di aprirsi e chiudersi in 10 minuti. Una mossa saggia, tesa ad evitare che i match in programma debbano essere sospesi a causa del maltempo. Il suo utilizzo avviene per la prima volta il 29 giugno 2009 durante l’incontro degli ottavi femminili tra Dinara Safina e Amelie Mauresmo, interrotto da un acquazzone nel corso del secondo set che è potuto riprendere dopo meno di tre quarti d’ora.

VOLI ECONOMICI

Prima cosa da fare prendere l’aereo, destinazione Londra. Cinque gli aeroporti della capitale inglese: Heathrow, Gatwick, Stansted, Luton e The City. La più famosa compagnia low cost Ryanair, che arriva principalmente a Stansted, ma anche, in misura minore, a Gatwick e Luton. Una valida alternativa per chi vuole spendere poco Easyjet con partenze da Milano, Roma, Venezia, Bologna, Napoli. Arrivi a Stanted e Gatwick. Infine la compagnia di bandiera British Airways con partenze da Milano, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Olbia, Palermo, Pisa, Roma, Torino, Venezia, Verona.

LA METRO

Una volta atterrati non ci resta che usare la metropolitana. Quella più vicina Southfields, sulla Distict Line. Arrivando dal centro potrebbe essere più veloce prendere un treno per Wimbledon (magari da Waterloo) per poi risalire con la District Line fino a Southfields. Scendendo dal treno sarete subito circondati da cartelli e manifesti con il simbolo del torneo. Vi ritroverete a camminare su un soffice manto di erba finta che simula quella dei campi. Basta una passeggiata di dieci minuti circa per giungere a destinazione. In alternativa, dalla stazione di Wimbledon c’è uno shuttle che porta ai campi, però piuttosto costoso (£2.50 andata, £4 andata e ritorno).