Luglio, mese caro per i fan di tennis. Per le belle giornate, of course, ma anche perché, è momento di Wimbledon 2o17. Al via domani l’edizione 2017, piuttosto imprevedibile nei pronostici, soprattutto sul versante femminile. Ecco che cosa ne pensano i bookmakers.

Wimbledon 2017: Federer primo della classe

C’è un re (Federer), un campione ritrovato (Nadal) e due leoni feriti (Murray e Djokovic). Sulla scena maschile tanti nomi si candidano al successo finale. Ma i pronostici sono tutti dalla parte di Roger Federer: lo svizzero, inarrestabile in quest’avvio di stagione, è bancato a 3. Andy Murray e Rafael Nadal: i bookmakers indicano in loro i rivali più accreditati. Il back to back del britannico è quotato a 5, mentre il terzo successo dell’iberico viene dato a 5 volte la posta. Un po’ defilato Novak Djokovic, con una quota che viaggia da 7,5 a 8. Gli altri tennisti paiono lontani anni luce dai Fab Four: Milos Raonic, runner up, della scorsa edizione, è quotato a 15 da Lottomatica e a 18 da Snai. E se volete puntare su un italiano, non vi resta che Fabio Fognini: l’unico italiano inserito nei palinsesti vale 350 volte la posta per Lottomatica, quota che sale a 500 per Snai.

Wimbledon 2017: quando il gatto non c’è i topi ballano

A livello femminile è impossibile sbilanciarsi. L’assenza di Serena Williams lascia aperta una prateria e potrebbe approfittarne una delle ceche Petra Kvitova e Karolina Pliskova, quotate da 5,5 e a 6 da Snai. Un po’ staccata la spagnola Garbine Muguruza, pagata anche a 12. E la statunitense Venus Williams, semifinalista nella passata edizione, arriva a 15, identica quota assegnata alla lettone Jelena Ostapenko, vincitrice del Roland Garros. Il pubblico di casa sosterrà Johanna Konta, data a 18. Infine, le italiane. Come per i maschietti c’è pessimismo sugli esponenti del movimento azzurro: Roberta Vinci, Sara Errani e Camila Giorgi hanno quotazioni che abbattono il muro dei 100.