Una rimonta da vero campione quella di Roger Federer, che batte in cinque set Marin Cilic ed accede alle semifinali di Wimbledon 2016 dopo essere stato sotto due set a zero e aver annullato tre match point al croato. Ora, per lui, ci sarà Raonic, che ha eliminato quel Querrey già giustiziere di Nole Djokovic.

Una partita epica per l’undicesima semifinale di una carriera infinita di Roger Federer, capace di battere Cilic con il punteggio di 6-7 4-6 6-3 7-6 6-3 al termine di 3 ore e 17 minuti di gioco. Venerdì sfida a Milos Raonic, che ha sconfitto lo statunitense Sam Querrey, 41 del ranking Atp e 28 del tabellone, col punteggio di 6-4 7-5 5-7 6-4: “Sono stato in seria difficoltà – ha raccontato Federernel secondo e nel terzo set. Sono contento, ho giocato bene nel quarto set e anche alle fine. Per me l’importante era rimanere attaccato al match, poi man mano che passava il tempo sentivo che stavo migliorando al servizio, alla risposta. Il tie break del quarto set è stato incredibile”.

Tra Milos Raonic e Sam Querrey vince il canadese, che ha concesso appena due palle break, la prima sul 5 pari del terzo set. L’80% dei punti si è risolto in meno di 5 scambi con Querrey che ha prevalso nella gara degli ace (15-13), ma con Raonic nettamente più solido nelle percentuali dei punti fatti al servizio: 87% a 81% sulla prima, 71% a 41% sulla seconda.