Il Chelsea è tornato prepotentemente all’attacco per Wayne Rooney (foto by InfoPhoto). Come riporta il Sunday Telegraph, dopo l’assalto respinto di settimana scorsa – i Blues avevano offerto 25 milioni di sterline, poco più di 30 milioni di euro – José Mourinho avrebbe preparato un’offerta-monstre per strappare Wazza ai rivali del Manchester United: 40 milioni di sterline, in euro 46 milioni.

David Moyes, l’erede di Ferguson sulla panchina dei Red Devils, aveva seccamente smentito ogni ipotesi di cessione per l’attaccante della nazionale inglese, ma le motivazioni addotte erano suonate poco convincenti, dal momento che aveva sottolineato come allo United fosse necessario Rooney “in caso di indisponibilità di Van Persie”. Insomma, nei piani di Moyes come in quelli dell’ultimo Ferguson, Wazza non è certo un pilastro della squadra, cosa che invece diventerebbe rapidamente a Londra. Facile intuire come, in un quadro simile, possa risultare decisiva la volontà del giocatore: accettare la sfida e provare a riprendersi lo scettro dello United, ricevuto nel 2009 dopo la partenza di Ronaldo, oppure fare il salto della quaglia e trasferirsi alla corte di Mou? In Inghilterra ne sono certi, la seconda soluzione è quella più probabile.