Con una media di 50km/h l’olandese Tom Domolin, in 46’01”, come da pronostico, ha dominato la 17esima tappa della Vuelta a Espana 2015, una cronometro individuale, a Burgos, di 38,7km, quasi interamente piatta, conquistando anche la maglia rossa di leader della classifica generale, recuperando quindi 1’51” di ritardo da Rodriguez e 1’50” da Aru, che era secondo in classifica.

CRONO

Ma se il sardo si è difeso benissimo, chiudendo a 1’53” proprio dal favorito olandese, Rodriguez (ora a 1’15” da Domoulin) e lo stesso Majka hanno perso più del previsto, mentre si sono difesi Valverde (terzo al traguardo) e Quintana, che però erano più staccati in classifica generale. Morale, a quattro tappe dalla fine di una corsa comunque spettacolare, Domoulin è in rosso con 3” di vantaggio su Aru. Lo scalatore sardo ha ora davanti a sé tre frazioni con tanta montagna (ma senza più arrivi in salita) per ribaltare la situazione. Basta un abbuono… Sarà un finale spettacolare.