La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza si aggiudica 3-1 Gara-1 di Semifinale contro la Igor Gorgonzola Novara e compie il primo importante passo verso la Finale Scudetto della Master Group Sport Volley Cup. Il match del PalaBanca, se da un lato conferma che le biancoblù hanno tutte le carte in regola per puntare al bis tricolore, dall’altro manifesta l’atteggiamento combattivo delle azzurre, che non intendono recitare la parte della vittima sacrificale. La partita è per lunghi tratti equilibrata e fitta di cambi di direzione, spezzata nei finali di set dalla classe di Leggeri e compagne, più precise delle avversarie sulle palle bollenti. Top scorer per Piacenza è Van Hecke con 17 punti e il 44% in attacco, mentre spiccano i 6 muri della capitana e le difese di Sansonna. Per Novara i 19 punti di Rosso e i 15 di Lombardo.

IL CALENDARIO PLAYOFF SCUDETTO

CLASSIFICA AL TERMINE DELLA REGULAR SEASON

La serie ora si sposta allo Sporting Palace, dove martedì 22 aprile, alle 20.30 in diretta su Rai Sport 2, è in programma Gara-2.

LA CRONACA -

L’avvio della Igor è vivace, Kim al palleggio arma il braccio di Murphy per il 7-4 esterno. Il servizio di Milos stuzzica la ricezione piacentina e Tokarska è reattiva sulla palla vagante (10-7). Le padrone di casa si riavvicinano con il fulmine di Van Hecke, ma al time-out tecnico Lombardo scrive il 12-10. Bosetti pareggia con un diagonale su cui Paris non arriva e firma il sorpasso 14-13 con una murata su Murphy. Le azzurre non frenano, anzi accelerano con l’ace di Mollers – nel frattempo subentrata a Kim – e il mani out su palla staccata di Rosso: sul 15-17 Caprara ferma il gioco. La potenza di De Kruijf e un errore in palleggio di Kim spingono la Rebecchi Nordmeccanica avanti 19-18. Il pari a 20 è ancora di Rosso, risponde Bosetti con due attacchi vincenti che inducono Pedullà a chiamare time out. Vanzurova entra per servire, ma si ferma sulla rete (21-23), di nuovo Bosetti sale in cielo e schiaccia il 24-21. Il muro di Leggeri è una sentenza, 25-21 e 1-0 Piacenza.

Nel secondo set è la Rebecchi Nordmeccanica a prendere il comando delle operazioni, Van Hecke va a segno mentre il primo tempo di Milos esce di un soffio. Un recupero praticamente a ridosso della panchina di Sansonna è il preludio al vincente dell’opposta belga: è 8-4. Tokarska non è cattiva sotto rete e Bosetti la punisce con il 10-6. Muro di Leggeri, cui risponde Milos sul tentativo di pipe di Meijners (11-14). L’Igor si issa fino al -2 con Murphy e l’invasione di Van Hecke (15-17). C’è partita, come dimostra il muro di Kim e Tokarska su Meijners. L’italo-coreana si ripete su Bosetti ed è 18-19. Ferretti indovina il tocco di seconda e dà respiro alle compagne, Murphy va lunga per il 22-19 piacentino. Pedullà ci vuole ragionare su, pipe di Rosso e ace di Manfredini (subentrata a Lombardo) per il 21-22. Ora è Caprara che sfrutta il time out discrezionale per rompere il ritmo avversario. Ed è quello che accade, perché Murphy attacca in rete e Milos a lato per un altro 25-21 che spiana la strada alle Campionesse d’Italia in carica.

Anche il terzo set nella fase iniziale appare in equilibrio, un’invasione a muro di Meijners consegna a Novara il 5-5. Murphy sbaglia in prima linea, poi trasforma l’ace del 7-7. Lombardo mura la fast di De Kruijf e le ospiti mettono la testa avanti 9-8. Di nuovo la schiacciatrice siciliana fa +2 al time out tecnico. Assolo di Lombardo, attacco e muro per il 14-10 che spaventa Caprara. Le ospiti, come nei precedenti di Campionato, vogliono togliere almeno un parziale alle biancoblù e si buttano con ardore su ogni pallone. Milos timbra il 17-13 in primo tempo. Vanzurova entra per Murphy ma sbaglia due palle in attacco (15-18). Così Pedullà re-inserisce per la volata finale la statunitense, che colpisce con una non facile pipe. Si esibisce alla stessa maniera Rosso (17-22). Bosetti conclude a proprio modo lo scambio più bello del match, Manzano fa ace e Leggeri mura Milos: in un attimo è 20-22 e Pedullà chiama il time out. La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza ha la rigiocata, ma Meijners va lunga. E’ un evento decisivo, perché Murphy e Lombardo allungano il match con il 25-20.

Le difese di Sansonna lanciano Piacenza nel quarto set. Con Meijners, Van Hecke e il muro di De Kruijf è subito 7-1. Lombardo prova a dare la scossa con il mani-out del 3-8, ma le padrone di casa non sembrano avere intenzione di rallentare. Bosetti affonda il pallone sulla riga ed è 12-5. Anche Meijners spinge e il volo di Paris non basta. Rosso sigla il 9-14, l’olandese non supera la rete e 11-15. C’è Bosetti nelle fila biancoblù, il 17-12 è farina del suo sacco. Fase confusa del match, con tanti errori in costruzione da una parte e dall’altra. Il punteggio recita +5 Rebecchi Nordmeccanica, finché Rosso e il muro di Tokarska riporta la Igor sul 18-21. A Van Hecke risponde Lombardo (19-22), a Manzano replica Casillo. Magia di Ferretti per il 24-20. Vanzurova attacca sull’astina per il definitivo 3-1 di Piacenza.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (25-21, 25-21, 20-25, 25-20)
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Poggi (L), Valeriano, Leggeri 8, De Kruijf 12, Van Hecke 17, Meijners 14, Manzano 2, Ferretti 2, Sansonna (L), Bramborova, Caracuta, Bosetti 13, Vindevoghel. All. Caprara.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Casillo 2, Paris (L), Rosso 19, Tokarska 7, Kim 1, Lombardo 15, Manfredini 1, Milos 6, Vanzurova, Alberti, Mollers 4, Murphy 10. All. Pedullà.
ARBITRI: Vagni, Saltalippi.
NOTE – Spettatori 2700, incasso 7400, durata set: 28′, 27′, 27′, 29′; tot: 111′.
LUNEDI’ GARA-2 TRA BUSTO ARSIZIO E CONEGLIANO

Il prossimo appuntamento con i Play Off Scudetto è per la sera di Pasquetta: lunedì 21 aprile, alle ore 20.30 e in diretta su Rai Sport 2, la Unendo Yamamay Busto Arsizio affronterà l’Imoco Volley Conegliano, forte del vantaggio di 1-0 nella serie.