L’Italia maschile della pallavolo ha battuto 3-1 la Polonia qualificandosi per l’Olimpiade di Rio 2016. Una grande soddisfazione per tutto il movimento italiano, che è riuscita a qualificarsi per uno degli obiettivi minimi dell’anno. Ora inizierà nuovamente l’avventura olimpica, alla rincorsa di quell’oro che non siamo mai riusciti a conquistare.

C’è soddisfazione, ovviamente, tra le parole del commissario tecnico della nazionale italiana di pallavolo, Gianlorenzo Blengini: “Ringrazio i giocatori per lo spirito dimostrato durante il torneo, lo staff e anche chi non ha potuto esserci – le sue prime dichiarazioni – tutti hanno dato il meglio e siamo cresciuti di gara in gara”.

Il 3-1 sulla Polonia è arrivato nell’ultima gara di World Cup e ha ufficializzato la fine di una rincorsa lunga e dispendiosa per gli azzurri, quella per il torneo Olimpico: “Sognavo di giocare un’Olimpiade sin da bambino – ha apostrofato l’italocubano Osmany JuantorenaE pensare che siamo un team nuovo”.

Il successo sulla Polonia ha una valenza duplica, anche perché gli azzurri così facendo hanno tolto alla formazione avversaria l’imbattibilità nel torneo scavalcandola in classifica per quoziente set. Alla fine gli azzurri hanno chiuso la World Cup con 10 vittorie in 11 incontri. Un risultato unico, che dimostra la compattezza di questo nuovo progetto sportivo e proietta gli azzurri direttamente alla kermesse olimpica.