La Rebecchi Nordmeccanica Piacenza vince gara 2 per 3-0 e si porta avanti 2-0 nella finale scudetto, guadagnandosi così la possibilità di chiudere sabato sera al Palayamamay, dove andrà in scena il terzo atto della serie.

IL CALENDARIO PLAYOFF SCUDETTO

CLASSIFICA AL TERMINE DELLA REGULAR SEASON

La partita del Pala Banca è stata interpretata alla perfezione dalle squadra di Caprara, al solito molto efficace in attacco (spettacolare Bosetti con 20 punti, ma bene anche Meijners, De Kruijf e Van Hecke tutte con 12 realizzazioni) e molto determinata anche nei fondamentali di seconda linea. Di contro la prestazione offerta della squadra di Carlo Parisi è stata nettamente più opaca rispetto a Gara 1: le farfalle non sono riuscite a pungere al servizio e hanno mostrato un atteggiamento troppo timoroso al cospetto delle pur forti avversarie. Wolosz non è riuscita a organizzare con fluidità il gioco e l’attacco ha spesso trovato pochi varchi nella difesa avversaria.

FOTO GABRELE ALEMANI

Nel terzo set Parisi ha provato a rimescolare le carte, inserendo Petrucci e Garzaro per Wolosz e Arrighetti, ottenendo una buona risposta: la UYBA ha lottato fino al termine, mettendo in scena sicuramente il suo miglior parziale della gara. Solo Buijs in doppia cifra per le biancorosse (15 punti, 36%), buono il contributo di Marcon (9 con il 36%). Ora la serie si sposta a Busto Arsizio: Marcon e compagne proveranno a riaprire i giochi, Leggeri e socie tenteranno il colpaccio esterno per conquistare il secondo Scudetto consecutivo.

CRONACA -: sestetti iniziali come in Gara 1; Caprara sceglie in partenza Ferretti – Van Hecke, Leggeri – De Kruijf, Bosetti – Meijners, Sansonna libero; Carlo Parisi inizia con Wolosz – Ortolani, Michel – Arrighetti, Marcon – Buijs, Leonardi libero.

Primo set: Van Hecke (attacco e muro) lancia subito Piacenza (4-2), Meijners (con l’ace) allunga (7-5), Bosetti fa 8-5. Michel e Ortolani non mollano (10-8), ma Meijners fa suonare la campana del 12-8. La UYBA fatica a mettere a terra la palla e la Rebecchi vola sul 14-9 (tempo Parisi), De Kruijf porta le emiliane sul +6 (15-9). Arrighetti trova finalmente il cambiopalla (16-10), ma Bosetti (muro) tiene le distanze (17-11). Bianchini (dentro al servizio) batte bene e Ortolani torna a -4 (17-13), Buijs realizza il -3 (19-16), confermato poco dopo dalla stessa olandese (20-17); De Kruijf sigla il 22-18 e Parisi ferma ancora il gioco, ma nel finale le padrone di casa sono fredde e chiudono 25-19. Meijners (6 nel set) la migliore delle sue, per la UYBA 5 punti per Buijs.

Secondo set: la UYBA combatte e riesce a pareggiare l’iniziale svantaggio (3-3), ma De Kruijf (attacco e muro) allunga (8-4); due errori di Piacenza rimettono in corsa le farfalle (8-7), Michel (attacco e muro) tiene vive la speranza (11-10), Van Hecke mette a segno il primo 12-10. Meijners stacca ancora (14-11) e Parisi ferma il gioco, ma al rientro è di nuovo Meijners a colpire (15-11); Bosetti in pipe conferma il vantaggio (16-12), ma due errori di Arrighetti costringono ancora la panchina bustocca al time-out (18-12). Nel finale Parisi prova Garzaro per Michel ma Piacenza è lanciata e le farfalle non riescono ad opporre resistenza. Chiude Bosetti (7 punti nel set per lei) 25-16.

Terzo set: Marcon (due attacchi e un muro) prova a dare la scossa (2-5), con Caprara che chiama subito il time-out; Buijs allunga (3-7), Michel inchioda il 5-8, Buijs di nuovo contrattacca bene per il 5-9, ma Meijners e De Kruijf a muro riportano sotto Piacenza (8-9 tempo Parisi); Meijners pareggia con un gran diagonale (9-9), De Kruijf supera con il muro del 10-9. Parisi inserisce Petrucci per Wolosz, ma Bosetti allunga (11-9, dentro anche Garzaro per Arrighetti), Buijs (attacco e muro) ritrova il pari (11-11). E’ sempre l’olandese a mettere a segno i punti che tengono accesa la luce in casa UYBA (13-13), con Marcon che sigla il lungolinea del 14-14; Bosetti (attacco e muro) stacca ancora (16-14), Van Hecke fa chiamare tempo a Parisi (17-14). Michel a muro e in fast ci prova ancora (18-17), Leggeri spara out il 18-18, Buijs in lungolinea tiene il pari (19-19), Garzaro idem (20-20); Meijners e Bosetti non sbagliano però un colpo (22-20), Marcon non molla (23-22), Bosetti trova due match ball (24-22), Leggeri mura il 25-22 conclusivo.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA-UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-19, 25-16, 25-22).

PIACENZA: Leggeri 5, De Kruijf 12, Van Hecke 12, Meijners 12, Manzano ne, Ferretti 1, Sansonna (L), Bramborova, Caracuta ne, Bosetti 20, Vindevoghel, Poggi, Valeriano ne. All. Giovanni Caprara, secondo allenatore Stefano Saja. Battute errate: 6, vincenti: 1. Muri: 12.

BUSTO ARSIZIO: Ortolani 9, Garzaro 1, Bianchini, Michel 6, Leonardi (L), Marcon 9, Spirito, Sloetjes ne, Buijs 15, Arrighetti 4, Wolosz, Petrucci 1. All. Carlo Parisi, secondo allenatore Massimo Dagioni. Battute errate: 2, vincenti: 0. Muri: 5.

Arbitri: Braico – Balboni

Spettatori: 3520 (400 da Busto Arsizio)

Bianchini: “Abbiamo giocato male, ma nel terzo set almeno siamo state punto a punto. E’ vero che qualche nostra giocatrice non era nelle migliori condizioni dopo Gara 1, ma dobbiamo fare molto meglio, a partire da Gara 3 sabato al Palayamamay“.

Parisi: “Piacenza è stata brava come sempre, molto concentrata dalla prima all’ultima palla e soprattutto con poca voglia di concedere qualcosa a noi. Da parte nostra non c’è stato quello che avremmo voluto: come ci è capitato qualche altra volta, l’eccessiva tensione ha giocato un brutto scherzo alla squadra. Non abbiamo fatto quello che normalmente facciamo e che negli ultimi tempi si era visto bene. Una serata da cancellare in fretta, andiamo avanti e guardiamo a Gara 3. Dobbiamo entrare in campo nelle nostre migliori condizioni, ovvero con la mente sgombra: solo così ce la potremo giocare fino all’ultima palla“.