Si consuma tra le polemiche l’addio di Vincenzo Guerini alla Fiorentina. L’ex allenatore di Napoli e Ancona, fino a qualche ora fa era il club manager dei Viola. Il rapporto inesistente con Paulo Sousa lo ha infatti portato a lasciare Firenze dopo cinque anni.

“Paulo Sousa? Non ho mai avuto l’occasione di parlargli. Mai” le parole di Guerini in una intervista rilasciata a Tuttosport “Così come non ho potuto mai assistere ai suoi allenamenti”.

“Potete immaginare la sensazione che ho avuto dal passare, in pochi mesi, dal sentirmi coinvolto nel progetto ad essere messo da parte. Ho soprattutto un rammarico. Non mi spiego perché Paulo Sousa non mi abbia mai detto le cose in faccia. Siamo entrambi uomini di campo. Avrebbe potuto parlarmi e avrei capito.

Guerini ha rincarato la dose parlando al Corriere dello Sport. “Sono stato umiliato nel momento in cui paulo Sousa è arrivato addirittura ad impedirmi di assistere alle sedute tattiche del centro sportivo”.

L’ormai ex dirigente Viola rimprovera al tecnico portoghese soprattutto una mancanza di chiarezza. “Avrebbe potuto prendermi da parte e dirmi tutto. Questo significa parlare chiaro, lui dice di averlo fatto, ma non è vero. Ha preferito mandare un messaggero, Roberto Ripa, che è una persona carissima e che ha avuto un compito ingrato”