Non c’è pace per Arturo Vidal. Accusato da più parti di una vita non proprio da professionista dello sport, il centrocampista cileno si sarebbe concesso un ulteriore divertissemnt in occasione della trasferta del Bayern Monaco nella ‘sua’ Torino.

Secondo la Bild, Vidal è uscito dall’albergo che ospitava il ritiro della squadra tedesca, l’hotel Principe di Piemonte, intorno alle 2.30 di mercoledì mattina, dunque poche ore dopo il fischio finale dell’ottavo di finale Champions.

“Vidal è uscito dall’hotel scortato da due uomini della security. Indossava il pantalone della tuta del Bayern Monaco ed una felpa nera col cappuccio. Si è fatto accompagnare ad un taxi, poi è sparito nella notte di Torino”.

Mistero sulla meta di Vidal. Investigatori privati sarebbero addirittura al lavoro per capire come si è realmente svolta la notte del centrocampista cileno.

Intanto, il Bayern Monaco è già con la testa alla gara di ritorno. I bavaresi, forti di otto punti di vantaggio sul Borussia Dortmund in Bundesliga, possono pensare alla delicata partita in programma all’Allianz Arena il prossimo 16 marzo.

Senza centrali difensivi, Guardiola vuole far riabituare al ritmo partita Benatia. Il marocchino, entrato nella fase finale della gara di martedì, giocherà titolare nei prossimi match di Bundeslinga.

Anche perché il tecnico sopagnolo dovrà fare di necessità virtù. La difesa è a pezzi perché Badstuber ha finito la stagione, Boateng ne avrà fino alla fine di aprile e Javi Martinez molto difficilmente riuscirà a recuperare per la gara di ritorno degli ottavi di Champions. Con queste premesse, la Vecchia Signora può pensare in grande.