Erasmo Vidal, padre di Arturo, arrestato dalla polizia cilena a La Victoria per possesso di coltelli e cocaina. Il fatto è accaduto proprio nel momento in cui il figlio veniva presentato dal Bayern Monaco.

L’uomo, 54 anni, è stato trattenuto per qualche ora all’interno di un commissariato della polizia per poi essere rilasciato. I media cileni hanno operato una ricostruzione del fermo.

Erasmo era in compagnia di alcuni amici su un marciapiede, quando, nell’estrarre un pacchetto di sigarette da una tasca, gli è caduta una bustina dal contenuto sospetto.

La scena è stata osservata da una pattuglia di ‘carabineros’, che, dopo una prima perquisizione, hanno trovato addosso a Vidal senior tre buste di cocaina (“nella tasca destra”) e due coltelli da cucina.

Portato in commisariato, Erasmo Vidal è stato trattenuto quattro ore prima di essere rilasciato. “Sono stato fermato perché gli agenti si sono confusi”, si è giustificato “Ero in compagnia di alcuni amici e bevevo birra”.

“Infatti tutto è stato chiarito e sono stato subito rilasciato”. Erasmo ha raccontato di aver seguito la presentazione del figlio al Bayern Monaco mentre era in commissariato.

“Gli agenti stavano facendo le perizie del caso, io ho guardato la presentazione di Arturo in tv”. Secondo il report della polizia cilena, Vidal padre era in possesso di 600 milligrammi di cocaina.

A suo carico è stata aperta una inchiesta, visti i precedenti, per possesso di droga e armi. Così come riportano i media cileni, Erasmo Vidal è stato rimesso in libertà perché la quantità di droga in suo possesso era compatibile con l’uso personale, i coltelli da cucina, così come da lui dichiarato, gli servivano per una grigliata.