Non bastava la sconfitta della Juventus in casa del Real Madrid. Non bastava l’arbitro Grafe e la bizzarra espulsione di Chiellini. Non bastava una qualificazione agli ottavi di Champions League in grave pericolo (servirà quasi certamente vincere a Istanbul). No, stamattina il tifoso bianconero ha dovuto pure sopportare le improvvide dichiarazioni di Arturo Vidal (foto by InfoPhoto) circa un suo possibile futuro proprio alla Casa Blanca. Così il cileno a Radio Onda Cero:

Giocare nel Real Madrid sarebbe bello, vediamo cosa succede…

Escludendo il lost in translation, dal momento che giornalista e calciatore parlano la stessa lingua, vediamo di ragionare sul senso delle parole del Guerriero. Diciamo subito che la quasi totalità degli esseri umani maschi sul pianeta gradirebbe giocare nel Real Madrid, e dunque non si capisce perché proprio Vidal dovrebbe essere l”eccezione. Ma diciamo anche che ci sono modi e tempi giusti. Strizzare l’occhio alla squadra che ti ha appena sconfitto non è il massimo dello stile per chi attualmente ti paga, soprattutto se già ci sono voci insistenti sull’interesse del Real Madrid per un tuo compagno di squadra (Pogba). O forse è proprio per questo: se il procuratore di Pogba viene de facto autorizzato a consegnare ad Andrea Agnelli una ricca offerta, perché il mio non dovrebbe farlo? Mal che vada, ci scappa un robusto ritocchino. In tutto questo, come sempre, i tifosi sono costretti a restare a guardare. Dopo quello in campo (tragico tentativo di mascherare una zappata con un fallo inesistente), per il cileno si tratta del secondo scivolone in poche ore.