Con un inequivocabile 3-0 ai danni del Milan di Aldo Dolcetti, i belgi dell’Anderlecht hanno vinto la finale del 65° Torneo di Viareggio.

Era da ben sette anni che non s’imponeva una squadra straniera. L’ultima volta era toccato agli uruguayani della Juventud nel 2006. Di quella formazione, solo due giocatori sono poi venuti a giocare in Italia: si tratta del centrocampista Britos (nella foto Infophoto; oggi al Napoli) e della meteora genoana Ribas, che era anche il figlio del tecnico uruguagio. In quella edizione, la favorita era la Juventus di Criscito, Marchisio, De Ceglie e Giovinco, che però si arrese in finale.

Il Belgio è la quinta nazione ad entrare a far parte dell’Albo d’Oro della Viareggio Cup, dopo ovviamente Italia, Cecoslovacchia (6 successi del Dukla Praga, 1 dello Sparta), Jugoslavia (Partizan Belgrado) e Uruguay (Juventud).

Sono arrivate all’epilogo, cioè alla finalissima l’Inghilterra (2 volte l’Ipswich Town), Croazia (Varteks Varazdin), Brasile (Irineu e Vitoria Bahia) e Repubblica Ceca (Slavia Praga).