Col Sassuolo che dimostra di non aver ancora gettato la spugna, il Milan fa visita al Verona in questo anomalo 25 aprile calcistico, per cercare di riallungare nuovamente a +4 sugli uomini di Di Francesco. Non dovrebbe essere un’impresa complicata nemmeno per questa squadra piatta e insicura, dal momento che gli scaligeri sono già da tempo con la testa alla prossima stagione, ma questo è un campo che rievoca ricordi spesso negativi, se non sportivamente tragici, per cui la banda Brocchi farà meglio a tenere alta la soglia dell’attenzione. D’altra parte, il ruolino di marcia dei rossoneri contro squadre pericolanti è del tutto deficitario – basta guardare al match di andata, o a quanto successo giovedì sera col Carpi, per rendersene conto – e sottovalutare l’Hellas sarebbe il miglior viatico verso l’ennesima brutta figura.

Quello che scenderà in campo al Bentegodi sarà un Milan ricco di novità, più o meno tutte indotte da fattori esterni, leggasi squalifiche e infortuni. I gialli rimediati contro il Carpi sono costati la squalifica ad Alex e Balotelli, per esempio, che verranno rimpiazzati rispettivamente da Zapata, preferito all’acciaccato Mexes, e Jeremy Menez, col francese chiamato a una prova convincente, dopo le ultime desolanti apparizioni. A centrocampo si rivedrà Juraj Kucka, che prenderà il posto sul centrosinistra dell’infortunato Bonaventura, mentre sull’altro lato del campo José Mauri si giocherà la sua prima chance di titolare, dopo il buon impatto avuto contro il Carpi (fuori Bertolacci, ancora in infermeria, e Poli). Bocciatura anche per Kevin-Prince Boateng, tra i peggiori contro gli emiliani: al suo posto, Brocchi rispolvera Honda nel suo ruolo naturale di trequartista. Accanto a Balotelli, che si gioca le ultime chance di riconferma, ci sarà Carlos Bacca: il capocannoniere rossonero (15 gol in campionato, 17 in stagione) ha chiesto privatamente e pubblicamente scusa a tecnico e compagni per la brutta sceneggiata al momento della sostituzione contro il Carpi, e sarà regolarmente al suo posto.

VERONA (4-4-2): Gollini; Pisano, Bianchetti, Moras, Albertazzi; Wszołek, Marrone, Ionita, Emanuelson; Gomez, Pazzini. All. Delneri

MILAN (4-3-1-2): Donnarumma; Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Josè Mauri; Honda; Bacca, Menez. All. Brocchi