Al match Verona-Juventus è affidata l’apertura dell’ultima giornata del campionato di Serie A essendo l’anticipo delle 18. Chiaramente i due club hanno già ampiamente dato e detto tutto nel contesto di una stagione trionfale per i bianconeri e che ha visto mostrare prove di maturità da parte della squadra di Mandorlini alla quale ovviamente manca ancora qualcosa per poter ambire a traguardi più importanti che non siano il centro classifica. Non potremmo e non dovremmo dunque attenderci dalla partita del Bentegodi chissà quale spettacolo o quale agone però è un appuntamento che quel quid d’interesse ancora ancora potrebbe riservarlo per via della sfida in atto tra cannonieri, tra l’evergreen Luca Toni che, attualmente in vantaggio con 21 marcature in stagione, vorrà confermarsi re del gol alla veneranda età di 38 anni appena compiuti, e dall’altra parte l’Apache Tevez che aumentando i suoi 20 centri vorrebbe poter vincere anche la sua personalissima classifica.

Non è affatto escluso che Mandorlini voglia prendersi l’ultima soddisfazione del campionato battendo la Juventus, vendicandosi così del 4-0 subito a Torino. Probabile dunque un 4-3-3 super offensivo con il tridente formato dal redivivo Gomez, Jankovic e Toni punta di diamante centrale. A centrocampo Hallfredsson e Tachtsidis sembrano inamovibili mentre per il terzo di centrocampo potrebbe presentarsi Valoti, “approfittando” di un risentimento muscolare dell’ultim’ora di Obbadi, e preferito a Christodoulopoulos per questioni di equilibrio tattico. Pisano ancora indisponibile lascia il posto a Sala nel ruolo di terzino destro, sulla sinistra ci sarà per lo stesso motivo Agostini. Al centro della difesa invece ci saranno Rafa Marquez e Moras.

Ad Allegri si presenta il solito problema di queste ultime giornate di campionato, ovvero quello di individuare e di conseguenza far riposare i giocatori un po’ più stanchi in vista dell’appuntamento con la finale di Champions League. In difesa è molto probabile la presenza di Ogbonna visto che Barzagli proverà a riprendersi dall’infortunio in questi giorni che lo separano da Berlino. Lichtsteiner era squalificato col Napoli, quindi dovrebbe esserci. A centrocampo torna Pirlo in cabina di regia e forse Marchisio potrebbe riposare, come Pogba che ripresosi appieno dall’infortunio non ha senso mettere a rischio, al suo posto Sturaro. Pereyra e Vidal potrebbero alternarsi nel ruolo di trequartista. Per il tandem offensivo Tevez naturalmente vuole esserci per la sfida con Toni, prevista invece una staffetta Matri-Llorente per affiancare l’argentino.

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; Sala, Marquez, Moras, Agostini; Tachtsidis, Hallfredsson, Obbadi; Jankovic, Toni, Gomez. All. Mandorlini

Juventus (4-3-1-2): Storari; Lichtsteiner, Bonucci, Ogbonna, Asamoah; Pereyra, Pirlo, Sturaro; Vidal; Tevez, Matri. All. Allegri