Ci ha ripensato per la seconda volta. Stavolta Antonio Cassano fa le valigie per davvero e lascia il Verona (probabilmente) per sempre. Il barese stamane ha rescisso il contratto che lo legava col club gialloblù e sarebbe intenzionato a dire addio al calcio.

A spiegare il nuovo dietrofront è il presidente del Verona, Maurizio Setti, in alcune battute raccolte da Repubblica. “Un peccato che abbia mollato. Questo ragazzo professionalmente è ineccepibile, purtroppo soffre di stati di up a cui seguono altri di down… parla e poi sta muto. Stava facendo tutto per bene, dispiace”. Il Verona ha chiuso ieri il ritiro di Primiero e si ritroverà mercoledì a Peschiera del Garda.

Solo qualche giorno fa, l’ex Roma e Real Madrid aveva dichiarato di voler lasciare il calcio ed il Verona, organzizando un conferenza stampa improvvista in cui alla fine ammise di essere stato solo vittima di un momento di nostalgia per la famiglia. Stavolta nessuna marcia indietro.

Questo il comunicato apparso sul profilo Twitter di Carolina Marcialis, moglie di Fantantonio: “Non ho intenzione di lasciare il calcio, semplicemente non me la sento di continuare con l’Hellas Verona. Fisicamente sto benissimo, come dimostrato nei 15 giorni di preparazione, ma mentalmente non sono stimolato a continuare in questo club. Ringrazio di cuore il presidente Setti, il ds Fusco, Pecchia e la squadra per la disponibilità concessa”.