Giampiero Ventura ha rescisso il contratto che lo legava al Torino ma potrebbe non diventare il nuovo commissario tecnico della nazionale italiana di calcio in sostituzione del già annunciato addio di Antonio Conte.

Per ora si tratta solo di voci, ma a quanto pare nei piani alti della politica calcistica italiana preferirebbero un profilo più giovane. In sostanza, pare che Carlo Tavecchio abbia deciso di affidare la panchina della Nazionale a Giampiero Ventura, ma che l’annuncio ufficiale slitti perché l’ex tecnico del Torino non convince tutti. Qualcuno al Governo preferirebbe un profilo giovane, tipo Vincenzo Montella.

Da Palazzo Chigi è arrivata la smentita, ma intanto chi ci ha rimesso è lo stesso Giampiero Ventura, che ha rescisso un contratto che scadeva soltanto al 30 giugno del 2018. Resta comunque in pole perché il presidente della Figc vuole un allenatore esperto per costruire una Nazionale giovane fatta di talenti.

La situazione si potrebbe sbloccare dopo le nozze di Ventura, in programma per l’1 giugno, e prima dell’inizio dell’Europeo, previsto per il 10.