Mettere in piedi una card con fighter internazionali di alto (o altissimo) livello senza chiamarsi UFC o Bellator. Ci sono riusciti Frank Merenda e Alex Dandi con la terza edizione di Venator Fighting Championship. Le aspettative erano molto alte viste le promesse fatte dagli organizzatori di coinvolgere un top five mondiale e qualche giorno fa è arrivata la conferma che non si trattava di puro marketing: il 21 maggio a Milano combatterà il brasiliano Rousimar Palhares, numero cinque nel ranking dei pesi welter stilato da Fight Matrix. Toquinho (piccolo ceppo d’albero), come viene soprannominato il brasiliano, è stato solo l’ultimo dei colpacci messi a segno dal duo Merenda-Dandi, nella serata milanese ci sarà spazio per il ritorno al combattimento nella gabbia di due fighter che hanno fatto la storia delle MMA: l’imprevedibile e problematico Jason Mayhem Miller e Matt Hamill.

Miller non combatte, per sua scelta, addirittura dal 2012, quando perse contro C.B. Dollaway e decise di ritirarsi deluso dalla sua prestazione scadente contro Dollaway. The Hammer Hamill invece ha combattuto “solo” ad ottobre scorso nella promozione World Series of Fighting (WSOF) perdendo contro la fortissima cintura nera di Jiu jitsu brasiliano Vinny Magalhaes. Matt Hamill, tra l’altro, è l’unico fighter a poter vantare una vittoria contro Jon Jones in UFC ottenuta per l’utilizzo di gomitate illegali (le cosiddette 12-6) da parte di Bones.

La scelta di Rousimar Palhares e Jason Mayhem Miller ha scatenato moltissime polemiche. Il primo è considerato uno fighter più “scorretti” in circolazione per la sua tendenza a non lasciare subito le submission dopo la resa dell’avversario, un comportamento che gli è costato l’uscita dall’UFC e la sospensione a tempo indeterminato dalla World Series of Fighting dove era il campione in carica nei pesi welter. Mayhem Miller invece è sempre stato un fighter problematico, ha avuto guai con la legge e in molti lo considerano troppo fuori dalle righe, mettendone in discussione la sanità mentale.

Oltre ai nomi internazionali ci sarà, ovviamente, spazio anche per le giovani e promettenti nuove leve delle MMA italiane, in primis Mattia Aittam Schiavolin, sconfitto da Luke Barnatt nella finale pesi medi di Venator FC II, ma anche gli ottimi Marvin Vettori, Leonardo Zecchi, Alessandro Botti e Daniele Scatizzi, solo per citarne alcuni.

Insomma un appuntamento da non perdere che dimostra la vitalità e la crescita delle arti marziali miste in Italia, se mai ci fosse stato un dubbio sulle potenzialità delle MMA nel nostro paese.

Ecco l’elenco completo degli incontri della serata del 21 maggio a Milano (una sintesi verrà probabilmente trasmessa in differita su Fox Sports, canale 204 di Sky):

INTERNATIONAL CARD (starts at 9pm, local time)

  • Welterweight Title Fight: Rousimar Palhares (18-6) vs Emil Weber Meek (7-2-1, 1 NC)
  • Middleweight Title Fight: Luke Barnatt (9-3) vs. Jason Miller (23-9, 1 NC)
  • Light Heavyweight Fight: Sokoudjou (16-14) vs Matt Hamill (11-6)
  • Welterweight Fight: Karl Amoussou (21-7-2) vs Simeon Thoresen (17-6-1)
  • Middleweight Fight: Igor Araujo (25-8, 1NC) vs Marvin Vettori (9-2)
  • Welterweight Fight: Che Mills (16-8, 2NC) vs Roberto Rigamonti (4-2-1)
  • Welterweight Fight: Peter Queally (8-2) vs Giorgio Pietrini (5-3)
  • Welterweight Fight: Cody McKenzie (15-8) vs Daniele Scatizzi (6-2)
  • Light Heavyweight Title Fight: Karl Moore (6-1) vs Pietro Cappelli (1-1)
  • Middleweight Fight: Jack Hermansson (11-2) vs to be annouced

NATIONAL CARD (starts at 4pm, local time)

  • Lightweight Title Fight: Leonardo Zecchi (13-8-1) vs Alessandro Botti (12-5)
  • Bantamweight Title Fight: Cristian Binda (10-10) vs Davide Baneschi (7-3)
  • Featherweight Title Fight: Federico Mini (4-0-1) vs Ciro Ruotolo (4-3-1)
  • Middeweight Fight: Stefan Croitoru (6-1-1) vs Mattia Schiavolin (12-2-2)
  • Featherweight Fight: Danyel Pilò (3-1-2) vs Luca Puggioni (9-9-1, 1NC)
  • Light Heavyweight Fight: Matteo Minonzio (21-19) vs Franco De Martiis (2-4)
  • Lightweight Fight: Daniele Miceli (2-0) vs to be announced
  • Middleweight Fight: Cristian Magro (8-4) vs Marco Zuzolo (1-1)
  • Welterweight Fight: Stefano Paternò (3-1) vs Andrea Fusi (0-0)
  • Lightweight Fight: Manolo Zecchini (3-0) vs Dennis Coste (2-1)