La Var, la Video Assistance Referee, o, se preferite, la moviola in campo, sarà presente ai Mondiali di Russia 2018. Ad annunciarlo è stato lo stesso presidente della Fifa, Gianni Infantino, a margine del congresso organizzato dalla Conmebol, la confederazione sudamericana.

“Sin qui abbiamo avuto risposte molto positive dall’utilizzo della Var, quindi la introdduremo ai prossimi mondiali”, le parole del numero uno della federazione calcistica mondiale.

I mondiali di Russia 2018, dunque, entreranno nella storia: solo per citare uno degli episodi più discussi dei campionati mondiali più recenti, non si verificheranno mai più casi come il gol non dato a Lampard dall’arbitro uruguayano Larrionda, in occasione di Germania-Inghilterra, ottavo di finale a Sudafrica 2010, con palla che schizzò sotto la traversa, per poi cadere abbondantemente oltre la linea di porta ritornando infine in campo tra le proteste dei ‘bianchi’ che non credevano ai propri occhi quando videro il direttore di gara lasciar proseguire l’azione.

L’arbitro potrà uscire dall’incubo della decisione sbagliata in occasione delle situazioni ‘clou’. In Italia la Var, come annunciato da Marcello Nicchi, approderà già a partire dalla stagione 2017/2018, decisione che, si spera, placherà le annose polemiche.