Marco Van Basten entra ufficialmente nell’organigramma della Fifa. Il cigno di Utrecht intraprende la nuova carriera di amministratore delegato dello sviluppo tecnico.

“È UN GRANDE ONORE”

Unanimemente riconosciuto come uno dei più forti centravanti di ogni tempo, l’ex fuoriclasse di Milan e Ajax passa dietro la scrivania. Impegnato in qualità di allenatore per oltre un decennio, il mito olandese offrirà la sua vasta conoscenza sul calcio all’organizzazione internazionale. Durante la nomina a Zurigo, Van Basten ha mostrato entusiasmo nel contribuire allo sviluppo dello sport: “È un grande onore per me essere nominato per questo ruolo. Spero di poter dare il mio contributo. Sono orgoglioso di poter lavorare nella FIFA, la casa del calcio mondiale”.

“LA MOVIOLA NON TOGLIERÀ LE EMOZIONI”

Il lavoro partirà dalla prossima settimana e tra le varie mansioni da svolgere ci sarà anche quella dell’innovazione tecnologica sul fronte arbitrale. Interpellato in quale modo intenderà approcciare l’argomento spinoso della moviola in campo, emerge voglia di non snaturare il gioco: “Spero di poter dare il mio contributo. Il calcio è spettacolare e deve rimanere tale in tutti i sensi, è per questo che lavorerò per svilupparlo dal punto di vista tecnico in modo da avere sempre nuove emozioni”.

INFANTINO: “UNA RISORSA FANTASTICA”

Van Basten lavorerà con l’ex compagno di squadra nel Milan, Zvonimir Boban, vicesegretario generale. Gente che col loro illustre passato godono di alto riconoscimento nel calcio. Felice dell’ingresso nello staff il presidente Gianni Infantino, intervenuto per spiegare come la decisione sia stata ponderata a dovere: “Marco Van Basten è il calcio. Discutere con lui negli ultimi mesi mi ha fatto capire che è una risorsa fantastica per la FIFA, per tutta l’area tecnica della FIFA. Lui è un grande esperto, non solo una leggenda. Sono estremamente felice che sia entrato nella nostra squadra e sono sicuro che farà un ottimo lavoro”.