Se credete ai miracoli, oggi è il giorno giusto, un miracolo azzurro storico nel tennis che conta di più: Roberta Vinci da Taranto rimonta e batte in tre set Serena Williams, 2-6, 6-4, 6-4, stoppando clamorosamente il sogno Slam dell’americana. E in finale affronterà ora un’altra pugliese, una brindisina, Flavia Pennetta, per quella che forse è la più grande impresa di sempre dello sport italiano. L’Italia femminile ha conquistato lo US Open. Resta solo da capire con chi.

PARTITA

Incredibile a New York. Dopo che Flavia Pennetta ha annientato in un’ora la n.2 del mondo, la rumena Simona Halep, in un’ora di gioco, nella prima semifinale dominata 6-1, 6-3, Roberta Vinci compie la più grande impresa nella storia del tennis italiano e forse anche del nostro sport. Batte la n.1 del mondo Serena Williams e le toglie il sogno Grande Slam, che avrebbe onestamente meritato. Serena non ha giocato la sua miglior partita, con il passare dei minuti è sembrata incapace di gestire un tensione fortissima, ma Roberta non ha rubato nulla. Vinci è sembrata padrona del campo nell’ultimo set. Ha giocato il suo tennis, impeccabile. Ha avuto bisogno di una mano da parte dell’americana, certo, ma chi non ne ha bisogno contro Serena? Se gioca come sa, vince lei. Altrimenti, bisogna sfruttare l’occasione. Due italiane in finale è tutto vero, battendo la n.2 e la n.1 del mondo. Storico e forse irripetibile.