Buone news dai maschi italiani nella Grande Mela. Fabio Fognini, Paolo Lorenzi e Alessandro Giannessi hanno raggiunto Andreas Seppi al secondo turno degli US Open, quarto e ultimo Slam della stagione di scena sul cemento di Flushing Meadows. Sono dunque quattro gli azzurri in corsa.

FOGNINI

Il 29enne di Arma di Taggia, attualmente numero 38 del ranking mondiale, alla sua nona partecipazione allo Slam della Grande Mela, dove l’anno scorso ha raggiunto gli ottavi eliminando anche Nadal, piega in 5 set, in rimonta, al termine di un match-maratona il russo Teymuraz Gabashvili, numero 105 Atp: 6-7(9), 3-6, 7-6(5), 7-5, 6-4 il punteggio, dopo 4 ore e 47 minuti di lotta, in favore dell’azzurro, che si porta ora 2-1 nel bilancio dei testa a testa, dopo essersi aggiudicato la sfida di Coppa Davis in Siberia lo scorso anno sul veloce e aver perso nel lontano 2009, sulla terra di Casablanca. Fognini al secondo turno se a vedrà con lo spagnolo David Ferrer, numero 13 Atp e 11 del seeding, che ha avuto via libera dopo nemmeno un set dal ritiro dell’ucraino Alexandr Dolgopolov, numero 58 Atp: il 34enne di Valencia conduce con un eloquente 9-0 nei confronti diretti, l’ultimo dei quali disputato nei quarti del torneo indoor di Vienna 2015.

GIANNESSI

Al quinto set gioisce anche Alessandro Giannessi: il 26enne spezzino, numero 243 Atp, promosso dalle qualificazioni e alla sua prima presenza in un tabellone principale di uno Slam, ha saputo imporsi sullo statunitense Denis Kudla, numero 128 del ranking: 0-6, 6-4, 6-1, 1-6, 6-0 il punteggio, dopo due ore e 48 minuti, il punteggio in favore del tennista ligure, che vendica così la sconfitta patita al primo turno delle qualificazioni degli ultimi Internazionali BNL d’Italia a Roma, quando l’americano aveva vinto per 76(3) 64. Giannessi al secondo turno affronterà lo svizzero Stan Wawrinka, numero 3 della classifica mondiale e del seeding, in un confronto inedito.

LORENZI

Debutto vincente anche per Paolo Lorenzi, numero 40 Atp, alla quinta presenza a Flushing Meadows dove aveva già raggiunto il 2° turno nel 2014. Il 34enne senese ha sconfitto agevolmente l’argentino Carlos Berlocq, numero 76 Atp, curiosamente lo stesso avversario con cui si era misurato all’esordio quest’anno al Roland Garros, con l’affermazione del sudamericano in tre set. E’ finita 6-4, 6-2, 6-1 per Lorenzi in un’ora e 45 minuti. Prossimo avversario il francese Gilles Simon, numero 32 Atp e 30 del seeding, contro il quale ha perso l’unico precedente nel 2013 a Indian Wells. Già al secondo turno Andreas Seppi, numero 87 della classifica Atp, che in quella che è la sua tredicesima avventura sul cemento di Flushing Meadows (tre volte ha raggiunto il terzo turno: nel 2008, 2013 e 2015) ha superato in quattro set il francese Stephane Robert, numero 52 del ranking, e oggi sfiderà lo spagnolo Rafa Nadal, numero 5 del mondo e quarta testa di serie: il maiorchino conduce per 7-1 nei precedenti e ha vinto le ultime cinque sfide.

DONNE

Primo turno amaro per Camila Giorgi e Karin Knapp agli US Open, quarto e ultimo Slam della stagione che si disputa sui campi in cemento di Flushing Meadows, a New York. La 24enne marchigiana, numero 67 del ranking mondiale, che agli Us Open vanta un quarto turno (ottavi) nel 2013, ha ceduto per 7-5, 6-7(4), 61, in due ore e 37 minuti di partita, all’australiana Samantha Stosur, numero 17 del ranking mondiale e 16esima testa di serie, trionfatrice nell’edizione del 2011. La 21enne di Brunico, numero 130 Wta, che nello Slam a stelle e strisce vanta un terzo turno nel 2013, è stata invece battuta per 6-4, 6-2, in un’ora e mezza di gioco, dalla svedese Johanna Larsson, brillante protagonista la scorsa settimana a New Haven, dove è arrivata in semifinale partendo dalle qualificazioni e ha sconfitto, tra le altre, anche la Vinci. Un ko po’ inatteso quello dell’azzurra perché Karin aveva vinto tutti e tre i precedenti con la 28enne di Boden, numero 47 Wta, capace di arrivare anche lei al terzo turno a Flushing Meadows, ma nel 2014. Questa volta però non c’è stata storia. La cronaca.