Buona Italia finora a Flushing Meadows, anche se siamo solo alle battute iniziali del primo turno.

GIORGI E KNAPP OK

Dopo Roberta Vinci, anche Karin Knapp e Camila Giorgi hanno infatti superato il primo turno degli US Open femminili, quarto e ultimo Slam della stagione in corso sui campi in cemento nel Queen’s a New York. La 28enne altoatesina, numero 34 del ranking mondiale, ha sconfitto la 22enne croata Ajla Tomljanovic, numero 63 Wta, in tre set: 6-7 (1), 6-2, 6-4 in due ore e 26 minuti. La 23enne marchigiana, numero 36 Wta (ottavi a New York nel 2013), ha invece battuto per 6-3, 6-3, in un’ora e nove minuti di gioco, la svedese Johanna Larsson, numero 58. Al secondo turno Camila – sorteggiata nell’ottavo della rumena Simiona Halep, seconda favorita del seeding – attende la vincente del match tra la bielorussa Aleksandra Sasnovich, proveniente dalle qualificazioni, e l’altra tedesca Sabine Lisicki, 24esima testa di serie.

LORENZI KO

Nulla da fare, invece, per Paolo Lorenzi: il 34enne senese, numero 83 Atp, ha ceduto con un triplice 64, in due ore di gioco, al ceco Jiri Vesely, 22 anni e numero 48 mondiale, che aveva vinto pure l’unico precedente disputato nel 2015 a Wimbledon a suon di ace.

TOP 10

Cade un’altra top ten nel torneo femminile: subito fuori Lucie Safarova, testa di serie numero 6; finalista quest’anno al Roland Garros, è inciampata sull’ucraina Lesia Tsurenko, numero 37 del ranking, che quando è in giornata può regalare un gran tennis. Hanno invece rispettato il pronostico Simona Halep e Caroline Wozniacki, rispettivamente seconda e quarta testa di serie. La rumena ha eliminato la neozelandese Marina Erakovic, che si è ritirata con la rivale in vantaggio 6-2, 3-0, mentre la danese ha concesso appena due game (6-2, 6-0) alla wild card di casa Jamie Loeb. Peccato che entrambe possano al massimo fare il solletico a super Serena visto che non riescono a contrastarne lo strapotere fisico.