Se ne va la prima ‘carta’ azzurra nei quarti a New York. Caroline Wozniacki ha messo fine allo splendido torneo di Sara Errani. Nei quarti di finale degli US Open, la danese ha sconfitto nettamente la tennista azzurra per 6-0, 6-1. Un punteggio forse troppo severo per la qualità dello sforzo profuso da Sara, anche se la superiorità della ex numero 1 del mondo è stata evidente. Sara, apparsa peraltro molto stanca dopo dieci giorni di singolare e doppio, si ferma quindi al suo sesto quarto di finale Slam, il secondo a New York.

TUTTI I RISULTATI

TABELLONE MASCHILE

TABELLONE FEMMINILE

Armata di servizio, sicurezza e apparente tranquillità, Caroline ha dettato il gioco dall’inizio alla fine, domando anche il vento che ha reso complicate le condizioni di partita. Il primo set è un assolo di Caroline. Dopo una partenza sprint della Errani, avanti 0-40 nel turno di servizio d’apertura della danese, la Wozniacki prende in mano le redini del gioco e della partita. Chiuderà il set senza cedere un game, con un bilancio impressionante: 15 vincenti in appena sei giochi, contro una difesa – quella della Errani – tra le più forti al mondo.
Il secondo parziale sembra di nuovo partire sotto buoni auspici, ma l’ottimismo per il break finalmente conquistato in apertura dalla Errani si spegne presto. La Wozniacki torna immediatamente a spingere con il suo rovescio e con un servizio migliorato in potenza e variazioni. Vince altri sei giochi consecutivi, faticando solo nel game che infine la porta comunque sul 4-1. Per la decima testa di serie è stato un modo impeccabile di confermare tutte le ottime sensazioni che aveva destato la sua vittoria su Maria Sharapova. A distanza di tre anni, torna in semifinale a Flushing Meadows e in uno Slam. E’ la quinta volta che si trova ad un match di distanza da una finale Slam. Nelle semifinali che contano ha un bilancio negativo (1 vittoria, 4 sconfitte), ma venerdì sarà lei l’ovvia favorita contro la cinese Peng Shuai, numero 39 del mondo e grande sorpresa del torneo.

Questa notte (all’1.00 del mattino ora italiana) toccherà alla Pennetta, testa di serie numero 11 e semifinalista nella passata edizione. Flavia – in corsa anche nelle semifinali del doppio – dovrà essere al top per sfidare la numero uno Serena Williams, contro la quale ha sempre perso nei cinque precedenti, l’ultimo un paio di settimane fa a Cincinnati (doppio 6-2 per la campionessa americana vincitrice di 17 titoli dello Slam come Roger Federer). L’azzurra ha già affrontato in passato Serena a livello di quarti agli US Open: era il 2009 e la Williams vinse per 6-4 6-3. Per la 32enne brindisina si tratta della quinta presenza in carriera nei quarti di finale dello Slam a stelle e strisce (2008, 2009, 2011, 2013 e 2014). Serena è stata sconfitta nel torneo di doppio, in coppia con la sorella Venus, lamentando un problema alla caviglia.

ITALIANE

RISULTATI

“US Open 2014”
Flushing Meadows, New York, Usa
25 agosto – 8 settembre 2014
$ 38.300.000 – cemento

SINGOLARE
Primo turno

Vania King (USA) b. Francesca Schiavone (ITA) 63 36 63
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. Julia Goerges (GER) 63 46 61
Tsevetana Pironkova (BUL) b. Karin Knapp (ITA) 64 63
(28) Roberta Vinci (ITA) b. Paula Ormaechea (ARG) 63 63
(13) Sara Errani (ITA) b. Kirsten Flipkens (BEL) 61 75
(q) Anastasia Rodionova (AUS) b. Camila Giorgi (ITA) 16 75 63

Secondo turno

(11) Flavia Pennetta (ITA) b. Shelby Rogers (USA) 

(28) Roberta Vinci (ITA) b. Irina-Camelia Begu (ROU) 2-6, 6-4, 6-1.

(13) Sara Errani (ITA) b. (q) Anastasia Rodionova (AUS) 6-4, 7-6 (2).

Terzo turno

(11) Flavia Pennetta (ITA) b. (wc) Nicole Gibbs (USA) 64 60
Shuai Peng (CHN) b. (28) Roberta Vinci (ITA) 64 63
(13) Sara Errani (ITA) b. (19) Venus Williams (USA) 60 06 76 (5)

Quarto turno (ottavi)
(11) Flavia Pennetta (ITA) b. (29) Casey Dellacqua (AUS) 75 62
(13) Sara Errani (ITA) b. Mirjana Lucic-Baroni (CRO) 63 26 60

Quarti
(11) Flavia Pennetta (ITA) c. (1) Serena Williams (USA)
(10) Caroline Wozniacki (DEN) b. (13) Sara Errani (ITA) 60 61

 

STRANIERI: 

Per la quarantatreesima volta negli ultimi 13 anni, il nome di Roger Federer sarà tra i migliori otto di un torneo dello Slam. Battendo per 6-4, 6-3, 6-2 lo spagnolo Roberto Bautista Agut, lo svizzero è per la sua decima volta nei quarti di finale degli US Open. Una partita pressoché perfetta, quella condotta da Federer fin dall’apertura. In un lampo 5-1, poi la buona reazione del numero 17 del seeding, prima della chiusura per 6-4. Ancora più netti secondo e terzo set, chiusi entrambi con due break di vantaggio. Roger, mostrando ancora una volta l’influenza di Stefan Edberg sul suo gioco, è sceso a rete oltre 50 volte. La resa, molto positiva, gli ha permesso di esercitare costante pressione sul 26enne spagnolo, bravo comunque a giocare ogni punto fino alla fine.
Ora a Federer toccherà un quarto di finale imprevisto e forse non troppo gradito. Gael Monfils, l’imprevedibilità fatta tennista, ha eguagliato il suo miglior torneo a New York battendo per 7-5, 7-6(6), 7-5 il bulgaro Grigor Dimitrov. Al di là degli indubbi meriti del francese, protagonista di uno US Open fenomenale, la prestazione del numero 7 è stata molto deludente. Soprattutto per chi lo considerava un potenziale outsider per il titolo. Ha smarrito malamente il servizio in chiusura di primo e terzo set, mentre nel secondo si è fatto annullare due set point nel tiebreak, vinto poi per 8 punti a 6 da Gael. Il tennista di sangue caraibico giunge così per la seconda volta in carriera nei quarti dello Slam newyorkese, e ci riesce senza aver mai perso un set. Considerato anche il risultato raggiunto qualche mese fa a Parigi, è la prima volta in carriera che il 27enne nato a Parigi riesce ad arrivare, nella stessa stagione, tra i primi otto in due Slam diversi.

Sarà la decima sfida tra il francese e lo svizzero. Nonostante un bilancio nettamente a favore di Roger (7-2), Gael è sempre stato un giocatore in grado di metterlo in difficoltà. Anche il loro ultimo incontro, a Cincinnati, si è risolto al terzo set, pur se a favore di Federer.

RISULTATI ITALIANI (MASCHI): 

“US Open 2014”
Flushing Meadows, New York, Usa
25 agosto – 8 settembre 2014
$ 38.300.000 – cemento

SINGOLARE
Primo turno
Andreas Seppi (ITA) b. Sergiy Stakhovsky (UKR) 63 61 64
Simone Bolelli (ITA) b. Vasek Pospisil (CAN) 26 64 62 36 63
Paolo Lorenzi (ITA) b. (q) Yoshihito Nishioka (JPN) 61 62 2-1 ritiro
(15) Fabio Fognini (ITA) b. Andrey Golubev (KAZ) 64 64 62

Secondo turno
Nick Kyrgios (AUS) b. Andreas Seppi (ITA) 64 76 (2) 64
(16) Tommy Robredo (ESP) b. Simone Bolelli (ITA) 57 67 (5) 64 63 62

(12) Richard Gasquet (FRA) b. Paolo Lorenzi (ITA) 76 (4) 63 63
Adrian Mannarino (FRA) b. (15) Fabio Fognini (ITA) 63 64 61