Oggi alle 21.00 italiane, all’Estadio Governador Placido Aderaldo Castelo di Fortaleza, si sfidano Uruguay (settimo nel rankin Fifa) e Costa Rica (28esima nel ranking Fifa). E’ la prima gara del Gruppo D del Mondiale 2014. A completare il girone la nostra Italia e l’Inghilterra che si affronteranno a mezzanotte ora italiana. Grande attenzione quindi alle nostre avversarie.

La Celeste e i Tikos si sfidano per la quarta volta nella loro storia. I precedenti parlano di due vittorie dell’Uruguay e due pareggi. La prima sfida risale al 17 luglio del 2007 e terminò 1-1 con le reti di Morales (Uruguay) e Wanchope (Costa Rica). Quella gara era valida per il girone C della Coppa America. L’ultimo incrocio tra le due nazionali è del 2009. In tale occasione si affrontarono nel ritorno dei playoff di qualificazione al Mondiale 2010. La gara era a Montevideo (Uruguay). Anche in quella circostanza il match si concluse 1-1 con i gol di  Abreu (Uruguay) e Centeno (Costa Rica). Grazie alla vittoria per 1-0 nella sfida di andata la Celeste riuscì a conquistare il pass per Sudafrica 2010.

L’Uruguay giunge in Brasile dopo avere vinto il playoff contro la Giordania. La Celeste è una nazionale dotata di buona esperienza: tra glia altri, Lugano, Godin, Gargano, Forlan, Cristian Rodriguez. A ciò si aggiungono campioni del livello di Cavani e Suarez. Il girone in cui è inserita la nazionale guidata del c.t. Tabarez non è certamente semplice e appare piuttosto combattuto. Nel 2010 i sudamericani conclusero il Mondiale al quarto posto e gradirebbero riuscire a ottenere un risultato positivo anche in questa occasione. Tornano, poi, nel Paese verdeoro dopo l’incredibile beffa del ‘Maracanazo’ rifilata al Brasile nel 1950. I carioca ospitavano quell’edizione della Coppa del Mondo e persero la gara decisiva contro la Celeste che così conquistò il trofeo. La Costa Rica appare come la cenerentola del Gruppo D. I ragazzi di Jorge Luis Pinto vorranno cercare comunque di ottenere il massimo. Questa nazionale è formata soprattutto da giocatori che militano nel campionato locale, ma è una compagine da non sottovalutare specialmente in attacco. Anche il portiere Navas ha vissuto una buona stagione con la maglia del Levante.

Tabarez dovrebbe schierare l’Uruguay con il 4-4-2. Con ogni probabilità la Celeste non vedrà tra i titolari il suo gioiello Luis Suarez. El Pistolero è stato recentemente operato al ginocchio. La coppia d’attacco dovrebbe essere formata da Cavani e chi vincerà il ballottaggio tra Forlan e Stuani. Altri dubbi: Caceres (Juventus)-Fucile in difesa, Arevalo Rios- Gonzalez (Lazio) e Perez (Bologna)-Gargano (Parma) a centrocampo. Pinto dovrebbe optare per il 5-4-1. La volontà del c.t. pare quella di coprirsi. Il terminale offensivo sarà il rapido Joel Campbell (Olympiakos). Dirigerà la gara il tedesco Brixch.

Uruguay (4-4-2): Muslera, Maxi Pereira, Lugano, Godin, Fucile, Ramirez, Arevalo Rios, Perez, C. Rodriguez, Cavani, Forlan. All. Tabarez.

Costa Rica (5-4-1): Navas, Gamboa, Acosta, Gonzelez, Umana, Diaz, Ruiz, Borges, Teyeda, Bolanos, Campbell. All Pinto.

LEGGI ANCHE:

Mondiali 2014: tatoo a seno per la Miss lato B di Cristiano Ronaldo

Mondiali 2014: Italia e Inghilterra costrette a sfidarsi su un campo di patate

Mondiali 2014: da Ronaldo a Messi la classifica dei calciatori più belli

[polldaddy poll="8113584"]