Di Biagio

Luigi Di Biagio, neo ct della Under 21, 43 anni compiuti lo scorso 3 giugno, va a sedersi sulla panchina di Devis Mangia, di 4 anni più giovane e destinato a tornare ad allenare a livello di club.

Di Biagio arriva con una breve esperienza nelle giovanili della Cisco Roma e due anni alla Under 20, ma porta in dote il suo ottimo curriculum da calciatore, con 456 presenze in Serie A e 31 in Nazionale.

L’ex centrocampista di Roma, Inter e Brescia, sarà il decimo tecnico di questa selezione giovanile, che nasce a fine anni ’60 con Enzo Bearzot come allenatore e prosegue, nell’ordine, con Azeglio Vicini, Cesare Maldini, Rossano Giampaglia, Marco Tardelli, Claudio Gentile, Pierluigi Casiraghi, Ciro Ferrara e Devis Mangia.

Se si esclude Bearzot (campione del mondo con la Nazionale maggiore nel 1982), non è propriamente una panchina che porti fortuna o che serva da trampolino di lancio.

Escludendo il traghettatore Giampaglia (scomparso nel 2005), Maldini, Tardelli e Gentile, che avevano vinto molto da giocatori e che pure sono saliti sul tetto d’Europa con la stessa Under 21, non hanno più saputo ripetersi a certi livelli, neppure alla guida di nazionali straniere, come il Paraguay o l’Irlanda.

Idem per Casiraghi e Ferrara; mentre per Mangia si dovrà attendere ancora.

Foto: Infophoto.