Dopo 23 anni di onorato servizio, Umberto Gandini lascia il Milan. L’ormai ex dirigente rossonero (considerato un po’ l’ambasciatore del club all’estero) diventerà l’amministrato delegato della Roma. Nel fine settimana è attesa la firma sul contratto che lo legherà ai capitolini.

Il Milan ha salutato Gandini con un comunicato breve, ma significativo: “Dopo 23 anni di Milan, Umberto Gandini ci lascia. È legittimo, caro Umberto, che tu abbia maturato il desiderio di misurarti in un nuovo contesto, ma sappi che lasci qui un gran rimpianto e tanto affetto: è ciò che, al di là perfino dei tuoi indiscutibili valori professionali, resterà per sempre nel cuore di tutti noi”.

Gandini ricopre anche le cariche di Primo Vice-Presidente ECA (European Club Association) e di Membro UEFA del Consiglio strategico del calcio professionistico.

James Pallotta dovrebbe far ritorno a Roma sabato, proprio per essere presente alla firma di Gandini. Il numero uno giallorosso è sempre più l’uomo dei contratti importanti: l’ultima volta che è stato visto nella Capitale è stato in occasione del prolungamento di contratto di Francesco Totti.