La squadra mobile di Bergamo ed il servizio centrale operativo della Polizia di Stato hanno tratto in arresto decine di soggetti accusati di traffico e spaccio di droga, estorsione, rapina e resistenza a pubblico ufficiale. 20 di questi sono Ultras dell’Atalanta.

Secondo quanto emerso nel corso delle indagini, il gruppo acquistava e assumeva cocaina, all’esterno o all’interno dello stadio, per poi darsi ad azione violente, così come avvenuto il 16 gennaio 2016 in occasione della gara Atalanta-Inter.

Così come riporta l’Eco di Bergamo, le indagini sono iniziate nel settembre del 2015. Tra i coinvolti anche un cittadino albanese, un serbo, un 73enne, un 63enne, il figlio di un pubblico ministero ed un paio di ultras atalantini già noti alle forze dell’ordine.

L’operazione, scattata all’alba e che ha visto l’impiego di centinaia di poliziotti, è stata chiamata <>, con riferimento allo slogan utilizzato spesso da alcuni fra i coinvolti nell’operazione, che ne avevano fatto anche uno striscione.

Le misure del giudice per le indagini preliminari dovrebbero essere le seguenti: 11 persone in carcere, 9 ad altri provvedimenti, tra arresti domiciliari e obblighi di firma.