Una grandissima notte si avvicina per gli amanti delle arti marziali miste: UFC Fight Night Vancouver – Maia vs Condit. Da molti passionati delle MMA è addirittura più attesa di UFC 202, che è stata una delle migliori card dell’anno senza ombra di dubbio. Il motivo è presto detto, oltre al main event che vedrà scontrasi Demian Maia e Carlos Condit, due dei pesi welter più forti e spettacolari della divisione, ci sono almeno altri due incontri nella main card che promettono scintille:

  1. Demian Maia vs Carlos Condit: grappler contro striker, un grande classico che si ripete. Demian Maia è uno tra i combattenti di brazilian jiu jitsu più pericolosi di tutta la UFC e nella divisione pesi welter non ha pari quanto ad abilità nella lotta a terra. Ha finalizzato diversi top fighter, Matt Brown e Neil Magny sono solo due tra le più recenti vittime del suo BJJ, ed ha collezionato di cinque vittorie consecutive negli ultimi cinque incontri. Ma Carlos Condit sarà un avversario molto difficile da finalizzare, infatti pur gradendo di più scambiare in piedi è molto forte anche nella lotta a terra grazie a un BJJ efficacissimo. Pur essendo solo una cintura marrone di jiu jitsu, Condit dovrebbe riuscire comunque a cavarsela contro Maia (che è una cintura nera). Il Natural Born Killer ha promesso un combattimento violento e sanguinoso, e se riuscirà a mantenere il match in piedi non dubitiamo che Condit possa riuscire a mettere in difficoltà e battere Maia.
  2. Anthony Pettis vs Charles Oliveira: è il primo match nei pesi piuma per l’ex-campione pesi leggeri Anthony “Showtime” Pettis. Dopo le ultime sconfitte patite contro Eddie Alvarez (attuale campione pesi leggeri UFC) e Edson Barboza, Showtime cerca miglior sorte scendendo nella divisione al limte delle 145 libbre, dove il campione è Conor McGregor, e affronta un avversario che però potrebbe rivelarsi ostico, cioè Charles “Do Bronx” Oliveira. Oliveira è un fenomeno nel BJJ e ha vinto quasi tutti i suoi incontri in UFC grazie a delle sottomissioni spettacolari, il suo striking di contro non è altrettanto eccezionale, un territorio in cui invece eccelle Pettis che se manterrà l’incontro in piedi potrebbe dominare Oliveira.
  3. Jim Miller vs Joe Lauzon: i due si sono già scontrati nel 2012 dando vita a una battaglia senza esclusione di colpi, uno dei match più belli di tutti i tempi in UFC. Lauzon in quella occasione ne uscì ferito e sanguinante sul volto, tanto da riportarne cicatrici che permangono ancora oggi. Per questo ha deciso di accettare il rematch proposto dal matchmaker Joe Silva, proprio per prendersi la sua rivincita. Ma non sarà affatto facile, Miller è uno tra i più duri nella divisione pesi leggeri, ha un BJJ eccezionale ed è molto forte anche nello striking, caratteristiche simili proprio a Lauzon. Il loro background tecnico e la loro aggressività saranno certamente un mix esplosivo che potrebbe regalare un fight of the night, almeno sulla carta.

Insomma tre match davvero da non perdere, e il pubblico italiano avrà anche un motivo in più per non mancare l’appuntamento di UFC Fight Night Vancouver visto che in programma c’è anche il match tra Alessio Di Chirico e Garreth
McLellan
, di cui abbiamo già parlato diffusamente ieri. La diretta dei match della main card UFC sarà su Fox Sports, canale 204 di Sky, a partire dalle ore 2.00 di sabato notte, mentre il match di Di Chirico andrà live alle ore 0.30 sempre di sabato.