Mancano poche ore all’evento dell’anno per quanto riguarda le arti marziali miste: UFC 205. Ancor più che UFC 200 la card che si terrà per la prima volta a New York, nel mitico Madison Square Garden, è attesissima per tantissimi incontri in programma, basterebbe citare Tyron Woodley vs Stephen Thompson, Weidman vs Romero, Gastelum vs Cerrone, Edgar vs Stephens e Nurmagomedov vs Johson. Ma non prendiamoci in giro, l’hype maggiore la sta catalizzando da mesi un solo incontro: Eddie Alvarez contro Conor McGregor. Un match per la cintura pesi leggeri che potrebbe decretare anche la consacrazione a mito del fighter irlandese.

Se dovesse vincere The Notorious sarebbe contemporaneamente campione pesi piuma e pesi leggeri. Ma quei 5 round di combattimento, o forse meno, che separano McGregor dall’immortalità nell’Olimpo delle MMA saranno decisamente duri. Alvarez infatti non è avversario facile, ha un’ottima boxe, mani talmente pesanti da aver fatto capitolare per TKO un osso durissimo come l’ex campione pesi leggeri Rafael dos Anjos, e un eccellente background nella lotta libera e nel jiu jitsu. I numeri parlano chiaro per Alvarez: 15 vittorie per knockout e 7 per sottomissione, con soltanto 4 sconfitte in carriera.

Rispetto a Conor McGregor The Underground King (così viene soprannominato Alvarez) è un fighter più completo, ha un eccellente cardio ed è apparso immune alla guerra psicologica che l’irlandese mette in campo prima di ogni match, per sfiancare l’avversario prima che l’incontro si disputi.

I bookmaker danno come favorito, anche se non di tanto, Conor McGregor, probabilmente considerando la sua efficacia e precisione nello striking oltre al suo carisma, qualità che finora gli hanno sempre permesso di ottenere vittorie importantissime. Se dovessimo valutare il match solo razionalmente Alvarez è il fighter che ha più possibilità di imporsi, ma si sa che dentro la gabbia qualsiasi cosa può succedere e McGregor ci ha abituati con Chad Mendes, Jose Aldo e Nate Diaz (nel secondo match) a prestazioni spettacolari.

Se dovessimo fare una previsione secca diremmo vittoria di Eddie Alvarez ai punti. Chissà se verremo smentiti invece da un KO inflitto da Conor McGregor ai danni del suo avversario, un fighter che finora in carriera ha patito una sola sconfitta per KO tecnico e mai un vero e proprio knock out.

UFC 205 sarà visibile interamente su Fox Sports (canale 204 di Sky) a partire dalle 2 di notte di sabato 12 novembre, verranno trasmessi infatti non solo i match della main card ma anche i preliminari.