La longa manus della Uefa riesce alla fine a fare sue anche le nazionali di calcio. Dietro alla tanto attesa promessa di maggiore spazio e risalto alle competizioni internazionali e alle rispettive rappresentative – per la gioia di Conte – il malpensanti potrebbero infatti vedere una scusa, l’ennesima, per spremere altro denaro dello sport più seguito al mondo.

Quale che sia la motivazione reale, sta di fatto che con la Uefa Nations League il percorso di avvicinamento ai gironi di qualificazione per Mondiali ed Europei avrà tutto un altro passo e spariranno quasi del tutto le scarsamente seguite amichevoli.

Approvata dal Comitato Esecutivo dell’Uefa, la prima edizione della Nations League verrà varata nel 2018 e sarà giocata ogni due anni, da settembre a novembre.

Un campionato per nazionali

54 squadre, quattro divisioni suddivise in quattro gruppi da 3-4 squadre, un calendario di match lungo 10 mesi, promozioni e retrocessioni. Insomma una sorta di campionato per nazionali.

Ciascun girone sarà formato da squadre del medesimo ranking, e questo per la prima edizione sarà stabilito dai coefficienti Uefa decretati in base alle qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018. Nella divisione A andranno inserite le 12 migliori nazionali, divide in 4 gruppi da 3 squadre mentre le successive divisioni saranno di ranking man mano decrescente: la divisione B avrà 4 gruppi da 3 squadre, la C 2 gruppi da 3 e 2 gruppi da 4, la D 4 gruppi da 4.

Uefa Nations League

Uefa Nations League

Le quattro nazionali vincitrici dei propri gironi andranno poi a competere fra loro nelle Final Four, disputando semifinali e finali a giugno 2019, decretando la nazionale vincitrice della Nations League. Le ultime qualificate di ciascun gruppo retrocederanno nella divisione inferiore mentre le vincitrici palla divisione superiore.

Poiché la prima fase si concluderà nel mese di novembre 2018, le qualificazioni per Euro 2020 slitteranno, cominciando quindi a marzo 2019 per finire a novembre dello stesso anno. Inoltre la Nations League offrirà alle nazionali anche l’occasione di qualificarsi alla fase finale degli Europei 2020.