La Uefa Nations League nasce con l’intento di far giocare più partite ‘vere’ tra Nazionali ed abbattere il numero di amichevoli. Il torneo avrà cadenza biennale, vi parteciperanno 55 federazioni affiliate alla Uefa. La prima edizione prenderà il via nel 2018, al termine dei Mondiali di Russia.

L’organizzazione del torneo ha avuto una lunga fase embrionale. L’idea è sorta dalla richiesta di ct e federazioni di eliminare le amichevoli e trovare una soluzione in grado di elevare il livello di spettacolo e competitività.

Di un torneo tra Nazionali europee da disputare al posto delle amichevoli se ne è cominciato a parlare nel 2011, in occasione del Meeting Strategico a Cipro. Colloqui sono poi proseguiti nel corso della riunione dei segretari generali UEFA a Stoccolma nel 2013 e del Meeting Strategico UEFA a Ragusa di Dalmazia nel 2014.

Nel 2013 le voci sul nuovo torneo furono confermate dal presidente della federcalcio norvegese Yngve Hallén. Nel marzo del 2014, l’allore segretario generale dell’UEFA Gianni Infantino, parlò ancora di una competizione che avrebbe favorito le federazioni minori, le quali si sarebbero trovate ad affrontare Nazionali più forti, in un campionato che avrebbe cancellato amichevoli in cui nella maggioranza dei casi giocano squadre di pari livello.

L’annuncio ufficiale della Uefa Nations League arriva il 27 marzo 2014. Il torneo prevede che le Nazionali siano divise in 4 Leghe con meccanismo di promozioni e retrocessioni. Le squadre sono divise in base al ranking, evento che va un po’ contro l’iniziale spirito del torneo sbandierato da Infantino (“Nazionali deboli avranno più spesso la possibilità di misurarsi con squadre forti”), ma tant’è.

Ecco, allo stato attuale, come si presenterebbero le leghe del torneo.

LEGA A (squadre suddivise in quattro gruppi da tre)
Germania, Francia, Portogallo, Belgio, Spagna, Inghilterra, Svizzera, Italia, Croazia, Polonia, Islanda, Bosnia ed Erzegovina

LEGA B (squadre suddivise in quattro gruppi da tre)
Repubblica d’Irlanda, Russia, Austria, Svezia, Slovacchia, Galles, Ucraina, Olanda, Irlanda del Nord, Repubblica Ceca, Turchia, Ungheria

LEGA C (squadre divise in un gruppo da tre e tre gruppi da quattro)
Grecia, Romania, Slovenia, Israele, Serbia, Danimarca, Bulgaria, Albania, Scozia, Montenegro, Norvegia, Lituania, Azebaigian, Cipro, Armenia

LEGA D (squadre suddivise in quattro gruppi da quattro)
Estonia, Finlandia, Bielorussia, Georgia, Isole Faroe, Lettonia, ERJ Macedonia, Kazakistan, Moldavia, Lussemburgo, Liechtenstein, Kosovo, Malta, Andorra, San Marino, Gibilterra