A un anno dal via, è stata presentato il logo della UEFA Nations League. Il nuovo torneo è la prima competizione per nazionali, a cadenza biennale.

Tutti i colori delle bandiere

Tutte e 55 le federazioni affiliate alla UEFA sfideranno avversari di pari livello con promozioni e retrocessioni. Nazionali ripartite in 4 serie (A, B, C, D). Le migliori 12 andranno a finire nella Serie A, secondo il ranking UEFA per nazioni di ottobre, divise in 3 fasce da 4. Sorteggio a Losanna il 24 gennaio 2018: ciascuno dei 4 gruppi sarà composto da 3 squadre. Le quattro squadre vincenti che accederanno alla fase finale giocheranno due semifinali secche. Le perdenti si affronteranno per decidere la terza classificata, mentre le due vincenti disputeranno la finale per il primo posto che decreterà la squadra campione della UEFA Nations League. Sarà un torneo entusiasmante che coinvolgerà tutte e 55 le nazioni affiliate. Proprio per questo nel brand della competizione saranno presenti i colori di tutte le bandiere delle nazioni affiliate alla UEFA.

Triangoli a simboleggiare il nuovo format

Un brand che, come la UEFA Nations League stessa, è in costante movimento, e questo dinamismo è rappresentato tramite triangoli – che si muoveranno su e giù – come metafora delle promozioni e retrocessioni della competizione. Il logo della competizione forma il cuore della brand identity: una bandiera che rappresenta tutte e 55 le nazioni suddivise nelle quattro leghe che danno vita al torneo, e con i triangolini che hanno i colori delle bandiere nazionali che salgono e scendono tra le leghe. Guy-Laurent Epstein, direttore marketing della UEFA, ha dichiarato: “Questo formato innovativo della competizione ha bisogno di una brand identity che sia altrettanto innovativa. La grafica audace, colorata e dinamica, dà alla competizione un posto di riguardo nel panorama dei brand calcistici”. Il design è stato sviluppato in collaborazione con ‘Young & Rubicam Branding’, un’agenzia creativa di Lisbona.