“Adesso basta! Manca la mentalità, manca il carattere. Questa squadra non sembra abituata a lottare per vincere. Qualcuno deve capire che deve trovare gli stimoli giusti anche quando ci si trova in una situazione di classifica in cui non è facile trovarne. La mentalità vincente si acquista anche con questo”.

E’ furibondo Rafa Benitez dopo il pareggio in Friuli.

Il Napoli, dopo uno splendido gol di José Maria Callejon, ha vanificato tutto con l’erroraccio di Reina, ma il tecnico non si sofferma solo su questo. Lo spagnolo sottolinea tutte le imprecisioni, le fasi alterne e il poco mordente della compagine, una squadra che – appunto – non  sembra avere fame di vittoria, cattiveria e grinta.

Ma se Rafa non ha preso bene il risultato di Udine, sembra averlo preso ancora peggio Valon Behrami che, al quotidiano svizzero Le Matin, ha rilasciato dichiarazioni molto particolari.

“Comprendo la delusione della tifoseria: quest’anno avevamo la squadra per poter competere con la Juve. C’è ancora la finale di Coppa Italia che può migliorare un po’ le cose, ma il prossimo anno ci sarà una forte pressione sulla squadra e sul tecnico.

Riguardo al mio infortunio, non sto ancora del tutto bene. Una settimana va ed un’altra no. Ho dato più del 100% in condizioni in cui normalmente non avrei giocato.

A centrocampo non vedo gerarchie, anche perché abbiamo tutti caratteristiche diverse.

Su Inler che dire! Le parole del suo agente, soprattutto in un momento in cui ho dato tutto, mi hanno fatto male. Gokhan avrebbe potuto risolvere la situazione anche con un semplice commento su Twitter, invece non ha reagito e questa cosa mi ha deluso. Se il mio manager dicesse qualcosa di stupido reagirei, siamo grandi per reagire e a Gokhan gliel’ho detto. Non ho intenzione di fare problemi ma sicuramente questa storia ha cambiato il nostro rapporto”.

(foto by Infophoto)