Benitez non sarà per nulla soddisfatto. Behrami non ha avuto il regalo promesso per il proprio compleanno. Il Napoli pareggia in Friuli con l’Udinese. Friulani e campani si prendono un punto per parte, ma il discorso ‘terzo posto’ resta ancora aperto. Un vero peccato per i partenopei che, se avessero vinto e la Fiorentina fosse stata sconfitta, avrebbero potuto dormire sonni più tranquilli.

Solo una modifica per Guidolin, che in attacco opta per Muriel al posto di Di Natale.

Novità in formazione invece per Rafa Benitez. Il tecnico è abituato a stupire e lo fa anche stavolta. Sparisce Albiol in linea difensiva, preferendo affiancare Henrique a Fernandez e lasciando esterni Ghoulam e Reveillere (il francese parte dal primo minuto). A centrocampo, via Jorginho e spazio a Behrami accanto ad Inler. In attacco resta tutto invariato, con Insigne a prendere il posto di Mertens squalificato e Duvan che vince il ballottaggio con Pandev per l’infortunato Higuain.

Udinese completamente chiusa nella propria metà campo con il Napoli a pressare. Equilibrio nei primi minuti di gioco, sembra che le due squadre si stiano studiando. Due tiri in porta per compagine: conclusione di Fernandes facile per Reina e in risposta al tentativo di Insigne su cui Scuffet ci mette i guantoni. Al momento la manovra è prevedibile, i partenopei non riescono a rendersi pericolosi. Al 21’ sono Muriel e Badu ad impensierire la retroguardia ospite, con Ghoulam costretto ad intervenire per evitare il peggio. Bella la giocata di Hamsik, che si conclude con un colpo di testa dello slovacco semplice per Scuffet. Interessante anche il passaggio del centrocampista ad Insigne, che però si divora un gol da posizione invidiabile. La prima vera occasione da rete è per l’Udinese alla mezz’ora di gioco, con Badu a divorarsi letteralmente il vantaggio. Ma è il Napoli a beffare i friulani con un colpo secco di Callejon che oggi si conferma il più in forma di tutti. Napoli 1, Udinese 0.

Nella ripresa nessuna variazione. Si riparte con due occasioni clamorosamente sprecate dal Napoli: prima Duvan si rende troppo macchinoso da posizione invitantissima mangiandosi il raddoppio, poi è la volta di Insigne che indeciso tra il tirare in porta e passare palla a Callejon subisce gli improperi dello spagnolo. Situazioni sprecate, Napoli punito: dopo poco è Reina a favorire erroneamente l’Udinese che pareggia il conto. Udinese 1, Napoli 1. Gli uomini di Guidolin prendono morale e si fanno più insidiosi. I partenopei soffrono ma provano a liberare la propria metà campo. Benitez è furibondo, rimuove Duvan e inserisce Pandev. Proprio il macedone si rende protagonista di una bella azione con Hamsik e Insigne all’indirizzo di Callejon che non trova il vantaggio solo per intervento in extremis di Silva. L’attaccante neo-entrato subisce anche un fallo da rigore che Calvarese non convalida. Esce Behrami, si rimpolpa il centrocampo partenopeo con Jorginho che nemmeno entrato si becca il primo giallo. Cambi anche tra le fila dell’Udinese: fuori Heurtaux e Pinzi, dentro Lopez e Basta. Fernandez viene espulso, Benitez sacrifica Hamsik per ricompattare la difesa con Albiol. Nonostante la sostituzione di Muriel, la partita termina a risultato invariato.

(foto by Infophoto)