L’Udinese ha comunicato l’esonero di Giuseppe Iachini. Fatale al tecnico il passo falso contro la Lazio.

CROLLO DI RENDIMENTO

I bianconeri vengono da tre ko nelle ultime quattro partite, tre delle quali giocate tra le mura amiche. La società ha dato l’annuncio attraverso il proprio sito ufficiale, col patron Pozzo che ha evidentemente preferito sfruttare le due settimane di sosta prima del difficilissimo impegno allo Stadium contro la Juventus. Iachini lascia dopo sole sette giornate di campionato. Due vittorie (con Empoli in casa e Milan a San Siro), un pareggio (casalingo con la Fiorentina) e quattro sconfitte (con Roma e Sassuolo fuori, Chievo e Lazio tra le mura amiche).

SQUADRA A DELNERI

Ufficializzato intanto Gigi Delneri come successore, che torna così in Friuli dopo esserci stato nei panni di giocatore nel ‘79-80 (con 4 gol segnati, tutti su rigore, in 28 partite). Nato nella provincia friulana, ad Aquileia, il sessantaseienne vanta una lunga esperienza sulle panchine della massima serie. L’ultima si è conclusa nel peggiore dei modi, quando, dopo aver sostituito Mandorlini, alla guida del Verona non è riuscito ad evitare la retrocessione dei gialloblù. Nel 2012-13 tre mesi trascorsi al Genoa (da ottobre a gennaio). In precedenza, le annate in Serie A con Chievo (dal 2001 al 2004 e nel 2006-07), Roma (2004-05), Palermo (2005-06), Atalanta (2007-2009) e Sampdoria (2009-10).

IL DEBUTTO ALLO STADIUM

Tra 15 giorni Delneri ripartirà da quello Stadium che, ironia della sorte, non ha mai potuto godersi da mister della Juventus: sulla panchina della “Vecchia Signora” rimase un solo anno, nel 2010/2011 culminato con un settimo posto e la mancata qualificazione alle coppe europee. A maggio le parti decisero di separarsi. L’8 settembre successivo veniva inaugurata la nuova casa, che ha visto la conquista dei cinque scudetti successivi. Compito del mister ritrovare l’amalgama tra i suoi nuovi giocatori, apparso principale punto debole nelle iniziali uscite.