Tragedia per Rolando Mandragora. Mariolino Barometro, zio del centrocampista del Pescara in prestito dalla Juventus, è stato ucciso a Ponticelli.

Mariolino Barometro, 59 anni, era fratello di Flora Barometro, madre del calciatore. Vigile urbano, prestava servizio presso il giudice di pace di Napoli, in via Foria.

Barometro abitava nel quartiere Incis di Ponticelli. Ieri pomeriggio, intorno alle 18, stava tornando a casa quando ha deciso di effettuare una visita presso la cremeria di un suo familiare situata in via fratelli Grimm. E’ qui che i sicari lo hanno raggiunto sparandogli più colpi di pistola.

Immediatamente trasportato in ospedale da una ambulanza del 118, è stato dichiarato morto pochi minuti dopo l’arrivo alla clinica Villa Betania. Le indagini sull’omicidio sono tutt’ora in corsa.

Un altro fratello di Mariolino Barometro, Massimo, è stato calciatore professionista. Tra le squadre in cui ha militato figura il Campobasso.

Rolando Mandragora è nato a Napoli il 29 giugno 1997. Cresciuto nel Genoa, è stato ceduto al Pescara nell’estate del 2015. A gennaio la Juventus ha deciso di acquistarlo lasciandolo in prestito al club abruzzese.

Segnalatosi subito come uno dei centrocampisti più promettenti del panorama calcistico italiano, Mandragora ha sin qui collezionato 5 presenze in serie A (con la maglia rossoblù) e 18 in serie B con la casacca del Pescara.