Ciò che non vorremmo mai udire sono quei drammi legati ad atti compiuti con leggerezza o colpevole disattenzione come quello che ha trasformato momenti di festosa gioia in attimi di autentico panico facendo virare nel giro di brevissimi istanti la felicità in tragedia. Durante i festeggiamenti di alcuni tifosi del Frosinone per la storica promozione del club laziale in Serie A (promozione avvenuta dopo l’ennesima bella vittoria di sabato scorso del Frosinone maturata al termine del match contro il Crotone) un bimbo di appena sei mesi è precipitato da una pensilina in plexiglas mentre si trovava in braccio al padre. Il basamento di materiale notoriamente leggero e poco resistente ha ceduto sotto il peso del genitore (e di altre persone) che preso dall’atmosfera euforica non si è reso conto della situazione ballandoci sopra e precipitando insieme al figlioletto che nella caduta (di circa 2 metri) ha avuto la peggio.

Trasportato d’urgenza all’ospedale Fabrizio Spaziani del capoluogo ciociaro dall’ambulanza prontamente intervenuta, la piccola vittima è stata subito trasferita all’ospedale Bambin Gesù di Roma e attualmente sta lottando tra la vita e la morte nel reparto di rianimazione. Il piccolo è stato immediatamente intubato e ventilato meccanicamente, secondo quanto riportato dal referto anamnestico dell’ospedale romano le condizioni rivelano un “trauma cranico severo con ipertensione endocranica”.