Ancora un altro dramma attraversa inesorabile come un fendente il mondo del calcio: Flavio Gagliardini, 35enne attaccante in del Csl Soccer di Civitavecchia (club che milita nella Prima Categoria del Campionato regionale del Lazio) è morto a causa di un attacco cardiaco durante l’allenamento. Tempestivo l’intervento del 118 ma non c’è stato nulla da fare per lo sfortunato giocatore.

Dopo appena venti giorni dalla scomparsa a Cerveteri di Daniele Bruni, nel pomeriggio di ieri 27 ottobre un’altra tragedia si è consumata sui campi di calcio. I sanitari della Croce Rossa, allertati e giunti immediatamente sul posto, hanno trasportato d’urgenza Gagliardini al Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo di Civitavecchia, dove i medici hanno tentato disperatamente di salvarlo, purtroppo senza successo. Gagliardini, centravanti dal gol facile, aveva anche indossato la maglia del Civitavecchia.

A seguito del lutto, grande affetto e calore da parte di numerosissimi messaggi di cordoglio apparsi sui social network. E anche il Civitavecchia, sua ex squadra, ha pubblicato sul sito ufficiale una significativa nota in memoria del calciatore:

L’ASD Civitavecchia 1920 mostra tutta la propria indescrivibile tristezza per la prematura scomparsa dell’ex bomber nero azzurro Flavio Gagliardini. Ragazzo d’oro, dai sani principi, atleta esemplare, leggenda del calcio civitavecchiese che provocherà sempre, col suo ricordo, sconfinate emozioni. Il club, a cui hai dato tanto, ti piange Flavio e lo fa in maniera struggente: siamo dilaniati dentro per la tua tragica morte“.