“Ciao ragazzi sono di ritorno in hotel, purtroppo l’esito del referto medico non è buono, mi è stata confermata la frattura alla vertebra, domani tornerò a casa per un periodo di recupero. Grazie per tutto il vostro affetto dimostrato nei miei confronti! Alla prossima”, con queste frasi Vincenzo Nibali, lo “Squalo dello Stretto” annuncia il suo ritiro dal Tour de France. Il campione, infatti, è caduto a pochi metri dal traguardo scontrandosi con una moto della Polizia. Si è subito rialzato arrivando, però, con 13″ di ritardo. Poi il ritiro per la frattura di una vertebra.

Insomma una giornata nera per Nibali che, invece, si è conclusa nel migliore dei modi per Thomas il quale ha trionfato nella dodicesima tappa del Tour de France. Ma cerchiamo di capire cosa è successo direttamente dalle parole di Nibali:

C’era tanta gente, in quel punto la strada si stringeva e non c’erano le transenne, c’erano le moto della polizia e si è creato un rallentamento, ma non ho capito cosa sia successo. Io sono andato giù. E’ stato un peccato perché stavo bene. La condizione c’era. Ci credevo fortemente, la gamba girava bene. Volevo partire per vedere se qualcuno stava bene e reagiva. Sono cose che possono accadere, c’è tanta gente e pubblico, quando ci sono i restringimenti può accadere.

Ora dovrà riposarsi: ha la frattura di una vertebra.