Ci ripetiamo: la lotta per la vittoria di tappa è sempre più spettacolare. Ma per il resto, il Tour 2015, n.102 della storia, sta deludendo le attese per via di una maglia gialla troppo forte rispetto alla concorrenza, situazione, questa, non così pronosticabile alla vigilia: Chris Froome. Che si lascia attaccare, ma poi riprende i suoi rivali con estrema facilità. Su ogni pendenza. Morale: la 18a frazione della Grand Boucle va a Romain Bardet, uno dei fuggitivi di giornata. Sette salite non sono bastate per fare selezione tra i big. Ancora due tappe di alta montagna alla fine, poi, domenica, passerella sui Campi Elisi. E la prima vittoria italiana resta una chimera…

CRONACA

La tappa vive su una fuga partita praticamente dopo il via: ci hanno provato in tanti, Jakob Fuglsang (Astana), Romain Bardet, Jan Bakelants e Christophe Riblon (Ag2r), Thibaut Pinot (Fdj), Roman Kreuziger e Michael Rogers (Tinkoff), Jonathan Castroviejo e Winner Anacona (Movistar), Damiano Caruso e Rohan Dennis (Bmc), Thomas De Gendt (Lotto-Soudal), Georg Preidler (Giant), Joaquim Rodriguez (Katusha), Michael Matthews e Simon Yates (Orica), Pierre Rolland, Cyril Gautier, Romain Sicard e Thomas Voeckler (Europcar), Julian Arredondo e Bob Jungels (Trek), Ruben Plaza (Lampre-Merida), Andrew Talansky, Ryder Hesjedal e Dan Martin (Cannondale), Stef Clement (Iam), Jan Barta (Bora), Serge Pauwels (Mtn). Tra scatti, crolli e fughe, sull’ultima erta rimane da solo Romain Bardet, che arriva da solo al traguardo riscattando un Tour fin qui sfortunato e deludente, dopo le ottime sensazioni lasciate nel 2014.

TAPPA

Diciottesima frazione, 186,5 km da Gap a Saint Jean de Maurienne. Le salite di giornata sono ben sette. La penultima ascesa è il Col du Glandon un hors categorie: sono 21,7 km al 5,1%, ma la pendenza media inganna: ci sono alcuni tratti in discesa e, soprattutto, una parte centrale oltre il 9% che si farà sentire nelle gambe. Negli ultimi 13 km, la strada inizia ad avvitarsi in una serie suggestiva di tornanti. Sono i famosi “lacets” di Montvernier (3,4 km all’8,2%); dalla cima al traguardo mancano solo 10 km.