Froome padrone del Tour, il resto è spettacolo (per la tappa). Ma la lotta per la maglia gialla al momento, di fatto, non esiste, più che altro per la forza del numero uno (e ricordiamoci che è un pregio, non un difetto). L’assaggio sulle Alpi va a Jarlinson Pantano, cognome che foneticamente fa un certo effetto. Una vittoria studiata da lontano, prima condividendo i sogni con una trentina di attaccanti (tra cui Nibali e Pozzovivo), poi lavorando sulle incertezze di Rafal Majka, polacco tanto inesorabile in salita quanto titubante in discesa. Non fosse finito nell’erba dopo aver sbagliato una curva, avrebbe vinto lui. Ma la strada non può essere sempre dritta…

PADRONE

Epilogo che lascia indifferente un Chris Froome che, dopo quel bagno di tenerezza mostrato nella corsa a piedi sul Ventoux, torna poco simpatico nel commentare il distacco di Aru in classifica. Un mezzo scivolone che poteva essere evitato, se non altro perché il sardo è l’unico che gli fa scendere una riga di sudore nella prima alpina. Gli altri ormai sembrano sudditi del tiranno in giallo. Nessuno prova nulla, Valverde si muove solo in risposta gli scatti di Aru, Mollema e Yates sono conservativi del pregiatissimo podio virtuale. Insomma, si sta per aprire una settimana intensissima, ma il rischio che si lotti per tenere la posizione più che per scalzare chi sta davanti è serio, anche se nell’ultima settimana ogni tanto Froome ha sofferto e solitamente Quintana e Aru invece danno il meglio.

ORDINE D’ARRIVO DELLA 15/A TAPPA

1 – Jarlinson Pantano (COL-IAM Cycling)
2 – Rafal Majka (POL-Tinkoff) s.t.
3 – Alexis Vuillermoz (FRA-Ag2r La Mondiale) a 6”
4 – Sebastien Reichenbach (SUI-FDJ) a 6”
5 – Julian Alaphilippe (FRA-Etixx Quickstep) a 22”
6 – Serge Pauwels (BEL-Dimension Data) a 25”
7 – Pierre Rolland (FRA-Cannondale Drapac) a 25”
8 – Ilnur Zakarin (RUS-Katusha) a 1’30”
9 – Daniel Navarro (ESP-Cofidis) a 1’30”
10 – Tom Jelte Slagter (NED-Cannondale Drapac) a 2’08”

CLASSIFICA GENERALE

1 – Chris Froome (GBR-Sky)
2 – Bauke Mollema (NED-Trek Segafredo) a 1’47”
3- Adam Yates (GBR-Orica Bikexchange) a 2’45”
4 – Nairo Quintana (COL-Movistar) a 2’59”
5 – Alejandro Valverde (ESP-Movistar) a 3’17”
6 – Romain Bardet (FRA-Ag2r La Mondiale) a 4’04”
7 – Richie Porte (AUS-BMC) a 4’27”
8 – Tejay Vangarderen (USA-BMC) a 4’47”
9 – Daniel Martin (IRL-Etixx Quickstep) a 5’03”
10 – Fabio Aru (ITA-Astana) a 5’16′.